domenica 15 febbraio 2009

Juventus 1 - Sampdoria 1


Ancora un’altra partita intesa come quella di Catania, ma con esito diverso. La Juventus ce l‘ha messa tutta e non si è risparmiata, ma oggi era una di quelle giornate in cui non riusciva nulla. La Juve è partita subito fortissima, con un Nedved (foto) in forma smagliante (vi prego, clonatelo!) e con un centrocampo ben equilibrato nonostante le assenze: Thiago e Poulsen, specie quest’ultimo, se la sono cavata egregiamente. In attacco Amauri e Del Piero hanno fatto impazzire la difesa della Sampdoria che in effetti è parsa in difficoltà se attaccata dalle fasce. Del solo Amauri nel primo tempo ho contato 3 occasioni solo davanti la porta nell’area piccola: in due di queste è stato anticipato o ha mancato l’intervento decisivo, in un’altra ha preferito tentare un difficile assist. I cross arrivavano prevalentemente da sinistra, grazie a Nedved e Molinaro (sempre instancabile). Quando il ceko si è spostato a destra è riuscito a dare maggiore incisività anche alla fascia destra, dove Camoranesi ha faticato un po’ ad adattarsi al livello dei compagni. La Samp ha segnato praticamente nell’unica occasione avuta, anche grazie ad una disattenzione difensiva nell’applicazione della tattica del fuorigioco. Di solito la Juve ne concede un paio a partita, di occasioni del genere: senza Chiellini e la sua straordinaria capacità di recupero, è un rischio decisamente elevato. In ogni caso, nel secondo tempo Ranieri ha cambiato un po’ l’assetto tattico, inserendo Giovinco al posto di Poulsen: sarà stato un caso ma dai piedi della Mosca Atomica è arrivato l’assist per il bel gol di testa in avvitamento di Amauri. L’assedio alla porta blucerchiata è proseguito quasi senza sosta, anche se Cassano, finché è rimasto in campo, ha dato il via ad azioni di ripartenza molto pericolose. Del Piero su punizione colpisce un doppio palo che va a sommarsi agli altri due presi da Nedved nel primo tempo. Una partita sfortunata, non c’è che dire: quelli che diranno che la Juve è in crisi non sanno di cosa parlano. Però continua a ronzarmi in testa il sospetto che, se al posto di Amauri ci fosse stato Trezeguet come si diceva in settimana, forse almeno una di quelle tre occasioni l’avrebbe concretizzata…

1 commento:

Lukas ha detto...

Trezeget ne faceva almeno due di quei gol che si è mangiato Amauri!!!

Posta un commento