mercoledì 4 marzo 2009

Coppa Italia. Lazio 2 Juventus 1



Bella partita, intensa e combattuta sino all’ultimo quella tra Lazio e Juventus in Coppa Italia: un tempo per uno e due gol per parte ed il risultato finale di 2-1 per i biancocelesti è un po’ bugiardo. Anzitutto è bugiardo perché il gol di Iaquinta era regolare e poi perché la Lazio ha mostrato grande intensità atletica solo nella seconda parte del secondo tempo. Dico subito che condivido in pieno la battuta di Mister Ranieri: l’arbitro sembrava un cinese, a noi dava sempre il giallo! Si è avuta quasi l’impressione che il direttore di gara volesse dimostrare la propria imparzialità ma ha ottenuto l’unico risultato di arbitrare in maniera molto difforme nelle diverse fasi della partita. Intendiamoci: non dico che ha favorito la Lazio, solo che in alcune fasi ha punito anche lievi tocchi mentre in altre ha lasciato correre più del dovuto. Sul primo gol della Juve non ha colpe, le responsabilità sono del guardalinee. Raccontiamo un po’ la gara. Un primo tempo molto positivo della Juventus con una difesa molto ordinata ed attenta, un centrocampo molto propositivo e l’attacco Amauri-Iaquinta che sembra in palla. Sissoko fa il suo solito lavoro di copertura e di interdizione e Tiago sembra meno timido del solito: perde ancora troppi palloni facili, ma è suo il merito di aver verticalizzato per Iaquinta in occasione del gol annullato. La Juve legittima il vantaggio negato con un bel tiro dal limite di Marchionni, che sta dimostrando un’eccellente continuità. Da segnalare un ottimo Manninger, reattivo e concentrato: è davvero riduttivo definirlo portiere di riserva!!! Nel secondo tempo la Juventus scende in campo con le gambe molli mentre la Lazio parte a mille. Le migliori azioni dei bioncocelesti partono da centrocampo dove Sissoko è stanco (sarà sostituito da Poulsen) e Tiago non riesce ad offrire un valido ostacolo a Ledesma e Matuzalem. Se a due ottimi organizzatori di gioco poco contrastati si uniscono due attaccanti rapidi come Rocchi e Pandev si ottiene una miscela esplosiva. Comunque il 2-1 in trasferta non è un brutto risultato in vista del ritorno a Torino: ci vorrà solo un po’ più di attenzione ed una migliore tenuta atletica. Ma da qui a 2 mesi ne cambieranno di cose…Forse in questa giornata dovrei parlare anche di Mourinho e del suo sproloquio. Preferisco rispondere con una citazione dal repertorio di Maurizio Mosca (a me sta simpatico, ditemi quel che volete): Murigno chiiii?

Nessun commento:

Posta un commento