sabato 7 marzo 2009

Mourinho e le chiacchiere




Anzitutto precisiamo una cosa: non ho cambiato idea in merito all’importanza (pressoché nulla!) delle chiacchiere ma ho solo intenzione di esprimere il mio pensiero sul comportamento dell’allenatore dell’Inter José Mourinho. In altre parole non voglio commentare quello che ha detto, soltanto puntualizzare la mia impressione del suo modo di fare. D’altronde non ha poi rivelato mica verità eterne ed assolute: ha solo ritirato fuori da cilindro l’argomento formidabile dei favori arbitrali alla Juve che ne avrebbero giustificato, anche attualmente, vittorie e successi. Il bue dà del cornuto all’asino da tempo immemorabile: basta farsi una risata e dargli il giusto peso, nessuno! Diverso il discorso per i giornalisti sportivi che con un tipo del genere sembrano essersi risvegliati dal torpore in cui erano piombati da un decennio: non sembrano in grado di fargli domande, temono le sue reazioni e cercano perciò di imbonirlo quasi come fa Vespa con i politici! Durante il dopo-partita di Sampdoria-Inter (rammentiamo il risultato per quanti non ne fossero a conoscenza, 3 a 0 per i blucerchiati!) il cronista di bordo campo della Rai che intervistava Mourinho aveva il braccio tremolante e quando, quasi scusandosi, gli ha chiesto un commento sulle polemiche da lui sapientemente innescate l’allenatore portoghese ha girato i tacchi e lo ha lasciato solo in mezzo al campo. Mi è venuto spontaneo commentare qualcosa tipo: “manco stesse intervistando Robert Deniro…” Poi ho capito tutto: Mourinho è come Deniro, un eccellente attore che recita la parte del polemico, schivo e per questo affascinante. Così attira tutta l’attenzione su di sé e la toglie dai limiti di una squadra dalle individualità fortissime ma che non riesce ad essere coralmente incisiva. Avete sentito dire qualcosa sul fatto che, senza Ibrahimovic, Stankovic e Cambiasso, l’Inter appare smarrita e senza un minimo di gioco? Solo qualche cenno. Tutti i riflettori erano su Mou…e lì sono rimasti. Il tecnico di Setubal è molto scaltro: forse persino troppo per la classe di giornalisti sportivi che ci ritroviamo…

1 commento:

Marco ha detto...

Allora nn sn daccordo cn questo articolo...sn daccordissimo!!!!! Mourinho è solo un attore e se uscirà dalla coppa a fine anno andrà ad allennare qualche nazionale...visto che è in prossimità il mondiale...cmq l'inter alle partite importanti nn ha le qualità di reggere il confronto...il Manchester è troppo superiore e lo dimostrerà mercoledi...nn vedo l'ora!!!Il signor Ibra(cadabra)alle partite importanti funge sempre da spettatore...questi nn sn campioni!!!!cm tutta l'inter...infine vorrei dire che il confronto tra Mourinho e Deniro è perfetto tutti e 2 sn grandi attori!!! :)

Posta un commento