venerdì 13 marzo 2009

Ranieri-Trezeguet: una lite di cui non sentivamo affatto il bisogno...



"Mi sento tradito da Trezeguet" - così Mister Ranieri ha commentato le parole dell'attaccante franco-algerino rilasciate ad un quotidiano francese: il bomber si era detto a sua volta deluso dalla sostituzione a dieci minuti dalla fine nella gara di Champions League contro il Chelsea (era entrato Amauri).

Ranieri non si è fermato lì ed ha continuato a cantargliele senza freni, dandogli del "bambino viziato": ci sono tutti i requisiti perché i giornali scrivano a riguardo fiumi di (inutile) inchiostro per i prossimi giorni.

Come qualcuno di voi ha fatto giustamente notare, le sostituzioni del Mister hanno lasciato più di qualche dubbio, ma non si può negare che Ranieri abbia seguito una logica tattica (non per forza la migliore) negli inserimenti di Giovinco ed Amauri per Iaquinta e, appunto, Trezeguet. E' opportuno anche ricordare come il nostro n°17 veniva da un infortunio che gli aveva praticamente impedito di giocare tutto il girone d'andata e che, dopo due gare, gli era stata data l'opportunità di giocare la partita più importante della stagione.

Dal punto di vista tecnico, il mister ha dato delle motivazioni condivisibili: Trezeguet è un fuoriclasse d'area di rigore, con un'agilità ed una coordinazione fuori dal comune ma distante dai sedici metri d'attacco ha poca utilità se non sui calci da fermo in funzione difensiva. Come avrete notato, distante dalla porta, David non tiene palla (ma anzi se ne libera non appena la riceve) né tantomeno dribbla gli avversari creando una superiorità. Attenzione, non sto dicendo che sia inutile, solo che ha un tipo di gioco che va supportato dalla squadra. Un volta rimasti in dieci, è questa la condivisibile logica spiegata da Ranieri, non si era più in grado di favorire il gioco di Trezeguet (tra l'altro ancora non al 100%) ed è stato inserito Amauri che ha caratteristiche tecniche diverse.

Ora, si può obiettare che sarebbe stato meglio tentare il tutto per tutto inserendo il quarto giocatore d'attacco (insieme a Del Piero, Amauri e Giovinco), e visto com'è andata forse valeva la pena tentare, ma credo che lo sfogo dell'attancate a mezzo stampa sia stato assolutamente fuori luogo, una mancanza di rispetto per l'allenatore e per tutta la Juventus. Avrebbe avuto occasione di far valere le proprie ragioni al chiuso dello spogliatoio e non così, pubblicamente: sembra quasi un modo di scaricare le colpe per l'eliminazione solo su Ranieri...


Ad ogni modo è di poche ore fa la notizia della non convocazione di Trezeguet (ma va?!) per la gara contro il Bologna che va ad aggiungersi alla contemporanea indisponibilità di Amauri per un affaticamento muscolare . Non c'è che dire: questa scaramuccia non ci voleva proprio...

1 commento:

Marco ha detto...

Luì lo sai che sn un fan di David...ma credo sia arrivato il momento di venderlo e prendere qualche soldo che soptattutto alla Juve di questi tempi i soldi fanno comodo visto che dobbiamo comprare diversi giocatori (di qualità)

Posta un commento