domenica 8 marzo 2009

Torino 0 Juventus 1



Gran bel Derby, tirato fino all'ultimo, che ha visto la Juventus vittoriosa con merito ma pure un bel Torino che ha venduto cara la pelle. C'è voluta tutta la grinta di cui la Juve è capace per avere la meglio dei nostri avversari e, nello specifico, un perfetto inserimento di Chiellini su punizione di Nedved. I bianconeri partono subito forte con una grande occasione fallita da Giovinco e poi almeno altre 3 con Marchisio (da fuori) e Iaquinta che si sono visti ribattere il pallone da un Sereni in versione saracinesca: il portiere del Toro è stato il migliore in campo ed almeno in un'occasione ha soffocato in gola l'urlo del gol nei tifosi juventini (me compreso!). Il Torino nel primo tempo ha tenuto spesso in mano il pallino del gioco ed è andato vicino al gol in un paio di occasioni: in una Stellone, lasciato colpevolmente solo in area, ha staccato di testa alzando troppo la mira, mentre nell'altra Barone si è visto respingere da un attento Buffon un bel tiro dalla distanza. La Juve meriterebbe la rete ma si va a riposo sullo 0-0. Qualcuno comincia a mugugnare sul nutrito turn-over operato da Ranieri, con Del Piero, Trezeguet, Sissoko, Tiago (?), Marchionni e Nedved risparmiati per la Coppa. In fondo, però, la squadra era ben equilibrata e la partita sembrava sotto controllo: Salihamidzic è stato come sempre molto attivo, Poulsen ha fatto il suo e Zebina, al rientro dopo diversi mesi, non ha demeritato. Il secondo tempo è stato meno intenso, i Granata sono calati vistosamente e la Juve ne ha approfittato per controllare la gara anche se la palla sembrava non volesse entrare: prima Amauri e poi Giovinco su punizione sfiorano la rete ed in un'azione caotica nell'area piccola di Sereni Salihamidzic ha colpito un palo clamoroso. C'è voluto Nedved, entrato al posto di Giovinco, per dare la svolta decisiva: da una sua punizione dalla sinistra Iaquinta manca il colpo di testa ma Chiellini, con un perfetto inserimento, batte a rete. In effetti la posizione dell'attaccante di Crotone non può dirsi passiva (ha tentato di colpire sottoporta) ed era qualche centimetro più avanti dell'ultimo difensore granata, ma era oggettivamente difficile per l'arbitro rilevarla. Se ci sarà qualche polemica, ed è probabile che ce ne siano, sarà il tipico tentativo di delegittimare una vittoria assolutamente limpida. Meno limpida è la notizia sull'infortunio di Sissoko: non ci voleva proprio...

1 commento:

Anonimo ha detto...

ho letto i tuoi commenti inerenti le partite della nostra magica Juve nonchè i profili tecnici dei giocatori. Devo farti i complimenti, sia perchè scrivi molto bene le cronache delle partite e sia perchè interpreti e leggi le partite in modo oggettivo. Certo si nota subito che sei un grande juventino come me ed i miei figli, ma devo dirti che sei obiettivo e bravo. complimenti da antonio.

Posta un commento