lunedì 20 aprile 2009

Balotelli e il razzismo: Juventus sanzionata



I cori razzisti indirizzati a Balotelli durante Juventus - Inter da alcuni tifosi Bianconeri non sono affatto piaciuti (e ci mancherebbe altro!) alla FederCalcio: il Giudice Sportivo, sulla base della visione dei filmati della partita, ha deciso di sanzionare la Società Juventus con un'ammenda e imponendole una gara casalinga a porte chiuse, quella del 3 maggio prossimo contro il Lecce.

Anche il Presidente dell'Inter Moratti ha pensato bene di dirsi indignato e scandalizzato per l'accaduto, sostenendo che, se fosse stato lì, avrebbe ritirato la squadra. Peccato che non la pensasse così nel 2005, quando vi fu il famoso caso del messinese Zoro, fischiato e insultato con gravi epiteti a sfondo razziale da aprte dei tifosi Nerazzurri. Ma il caro Massimo Moratti, insieme alla sua combriccola di Tronchetti&Provera, ci ha da tempo abituato ad una certa mancanza di coerenza: è più forte di me, non riesco a credere che un petroliere possa essere onesto, non c'è la faccio, è un mio limite!

Detto questo condanno duramente i cori razzisti: il razzismo è una delle più meschine manifestazioni della stupidità umana e se ci fosse la pena delle legnate in pubblica piazza sarebbe uno dei reati per cui l'applicherei. Ma ho un dubbio. La Juventus ha affrontato quasi tutte le squadre in questo campionato (mancano sei giornate alla fine): possibile che questi razzisti siano usciti fuori solo adesso? E prima dov'erano? E poi, perché hanno fischiato ed insultato solo Balotelli e non, che so, Muntari o Vieira che sono neri quanto lui?

Una spiegazione me la sono data. Balotelli, tecnicamente fortissimo e dalla prestanza fisica di valore assoluto, ha degli atteggiamenti da bulletto che infastidiscono tutti gli avversari che incontra. Non è un caso che, per citarne uno, Cristiano Ronaldo si sia indispettito a tal punto per il suo comportamento da avergli negato la maglia. Se Balotelli fosse un po' più sportivo ed educato, probabilmente non sarebbe oggetto di insulti: ribadisco che il razzismo non ha giustificazioni e spero che la Juve non faccia ricorso contro la sanzione.

Tuttavia, farne un caso sui giornali, che evidentemente non hanno nulla di meglio di cui parlare, e far partire un'indagine della polizia, che invece avrebbe tanto altro da fare, mi sembra eccessivo: se voglio insultare qualcuno, lo colpisco nella sua caratteristica più evidente, non è educato ma non mi pare il caso scomodare implicazioni ideologiche. Anche Ibrahimovic è stato fischiato, ma nessuno ha pensato (giustamente) al razzismo, pur essendo lui di etnia Rom. Ma temo dovremo sorbirci omelie televisive sul tema ancora per qualche giornata...

1 commento:

Marco ha detto...

Luì hanno insultato solo Balotelli xkè quel ragazzo è un...e ci siamo capiti...è forse il giocatore più odioso di tutta la storia del calcio!!i razzisti ci saranno sempre!!questo ovviamente nn è tollerabile...xrò (superMario) nn deve fare lo sbruffone...cm suo solito

Posta un commento