martedì 21 aprile 2009

Mohamed Lamine Sissoko – Scheda tecnica



Biografia: Mohamed “Momo” Lamine Sissoko Gillan (187 cm per 81 kg) nasce il 22 gennaio 1985 a Mont Saint Aignan, in Francia, da genitori del Mali. Ciò gli permette di giocare nella nazionale dello stato africano e non in quella francese per sua esplicita richiesta. Inizia la sua carriera nelle giovanili dell’Auxerre, giocando nel ruolo di attaccante, per poi passare, a soli 18 anni, al Valencia. Qui, divenuto centrocampista, si fa subito un nome grazie alla guida di Rafa Benítez prima e di Claudio Ranieri poi. Resta in Spagna sino al 2006 con la vittoria di una Coppa Uefa, una Supercoppa Europea e la Liga. Quindi passa al Liverpool dove ritrova Benítez: dopo un ottimo inizio, però, complice anche un gravissimo infortunio all’occhio, le cose si complicano. Approda alla Juventus nel gennaio 2008 ritrovando Claudio Ranieri e divenendo in poche settimane il beniamino dei tifosi bianconeri.

Scheda tecnica: Sissoko è un atleta eccezionale, con doti fisiche assolutamente fuori dal comune. Centrocampista centrale, quello che qualche anno fa si sarebbe chiamato mediano, si rivela utilissimo in fase di interdizione davanti alla difesa: con le sue lunghe leve riesce a catturare un numero elevatissimo di palloni in ogni partita. Contrariamente a quanto si pensi, Sissoko è in possesso di discrete doti tecniche che lo rendono un valido supporto nella costruzione dell’azione: il meglio di sé lo dà nelle progressioni palla al piede, dove sfrutta la sua velocità e potenza atletica. In fase offensiva fa valere il suo fisico sui calci piazzati, dove dimostra spettacolari capacità acrobatiche ed un tiro da fuori molto potente.

1 commento:

Marco ha detto...

Momo è un giocatore strepitoso...uno dei miei preferiti...la Juve del futuro deve partire proprio da Momo

Posta un commento