giovedì 14 maggio 2009

Diego: sono della Juve. Ranieri forse resta.



Il brasiliano Diego, dopo qualche giorno di tentennamenti e di notizie contraddittorie, ha finalmente rotto gli indugi e ha confermato di essere un giocatore della Juventus. Fino a qualche giorno fa, visto che la Dirigenza aveva sbandierato ai quattro venti i suoi obiettivi di mercato, il Bayern Monaco aveva fatto operazioni di disturbo, con Uli Hoeness e Rumenigge che avevano ottenuti colloqui con il padre di Diego, suo procuratore e titolare al 15% del cartellino, arrivando persino a dire che la volontà del calciatore verde-oro fosse quella di vestire la maglia del Bayern.

Con queste sue dichiarazioni Diego mette fine ad una telenovela che rischiava di protrarsi ancora per settimane creando ulteriore scompiglio nell'ambiente. La situazione generale, in ogni caso, è tutt'altro che serena: con l'ormai consueta discrezione e scaltrezza la dirigenza della Juventus fa sapere di aver fatto un'offerta al Napoli per Lavezzi (25 milioni) e di sondare il terreno con la Sampdoria per Cassano e si vocifera di malumori nello spogliatoio.

Tra i più scontenti pare ci sia il capitano, Alessandro Del Piero, con contratto in scadenza nel 2010: il ritorno di Cannavaro, che aveva abbandonato la Juventus nel suo momento più buio e a cui pare sia stato promesso un incarico da dirigente a fine carriera, e l'interessamento ad altri trequartisti hanno fatto sorgere più d'un dubbio nel Capitano. E non possiamo dargli torto.

Nel frattempo sembra ci siano segnali di apertura per una riconferma di mister Ranieri. L'ultima pensata di Cobolli Gigli pare sia quella di valutare in base alle ultime tre gare di campionato, in quanto il secondo posto è ancora possibile (il Milan avrà sfide più difficili, sulla carta!). Ma con tutto quel che è stato detto a Ranieri in questo finale di stagione potrebbe essere anche lui, clamorosamente, a decidere di andarsene...E, anche qui, come si fa a dargli torto?

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Vogliamo COnte!!! Uno che ha mostrato attaccamento ai colori della maglia!! CHi non ci sta se ne può anche andare!1

Anonimo ha detto...

Quelli che pensano sia tutta colpa di Ranieri mi fanno proprio ridere...ci vorrebbe un pò di realismo:con quella squadra,contro questa inter,lo scudetto non lo vinceva manco il Padreterno.
Il progetto della confusionaria dirigenza bianconera era chiarissimo:Ranieri fino al 2010,a traghettare e cercare di fare il meglio possibile(vedi ad esempio cercare di vincere la coppa Italia quest'anno),e Lippi subito dopo il Mondiale,per tornare competitivi sul serio.Piccolo problema:in questi 3 anni avrebbero dovuto ricostruire una squadra vincente,e non ritrovarsi a fine 2009 a dover contare quasi esclusivamente sulla vecchia guardia,visto che nessun vero campione è stato ancora inserito da quando si è risaliti...e senza campioni non si vince.
Ora siccome tutti rumoreggiano,per accontentare la piazza fanno fuori ranieri...se devono prenderne uno tanto per aspettare lippi tanto vale andare avanti con ranieri;sempre che,come giustamente si diceva nell'articolo,non sia lui a mandare giustamente tutti a quel paese...

Posta un commento