mercoledì 3 giugno 2009

Allenatore Juventus: corsa a due tra Spalletti e Ferrara. Conte rinnova col Bari.



Mentre il calciomercato sembra vivere un momento di pausa, il toto-allenatore della Juventus è in piena evoluzione: al momento il campo sembra restringersi a Spalletti e Ferrara, mentre Conte pare sia vicinissimo al rinnovo con il Bari. Dopo qualche tentennamento che aveva fatto pensare ad un accordo con l’ex capitano della Juve di Lippi, Conte si è incontrato con Matarrese e avrebbe definito gli ultimi dettagli per il rinnovo del contratto con il Bari anche in Serie A.

Ferrara e Spalletti avrebbero adesso il 50% di possibilità ciascuno di allenare la Juventus il prossimo anno, sebbene qualcuno preferisca dare qualche chance in più all’attuale allenatore della Roma. Di Spalletti, infatti, si era parlato all’inizio della vicenda-allenatore, quando con Ranieri le cose non andavano più bene e si ipotizzava una sua sostituzione a fine stagione, ma poi il suo nome sembrava essere scomparso dalle liste dei dirigenti bianconeri.

Spalletti avrebbe dalla sua la maggiore esperienza e la capacità di impiantare un sistema di gioco estremamente gradevole ma anche pratico, a cui, a differenza della Roma, si potrebbe anche offrire un finalizzatore di tutto rispetto come Amauri (che prenderebbe il posto di Totti nello scacchiere dell’allenatore toscano). Inoltre il suo gioco integra perfettamente giocatori dai piedi buoni (vedi Diego)con altri dalla grande corsa (Iaquinta) e dalle spiccate capacità di interdizione (Sissoko). Lo svantaggio potrebbe essere rappresentato dall’ingaggio un po’ troppo elevato e dal gran numero di assistenti che Spalletti vorrebbe portarsi dietro.

Ferrara è invece un allenatore dalle indiscutibili doti umane che ha dimostrato di essere molto bravo nel rapportarsi con i calciatori cercando di trarne il meglio: anche tatticamente la sua impostazione non è sembrata cattiva, ma i test contro il Siena e la Lazio, per via delle scarse motivazioni degli avversari, potrebbero non essere stati particolarmente probanti. Lo svantaggio di Ferrara sarebbe proprio la mancanza di esperienza e le inevitabili difficoltà nel fronteggiare un pubblico ed una stampa che dalla Juve si attendono un ulteriore salto di qualità.

Appaiono invece puramente dei distrattori i nomi di Giampaolo e Allegri, due ottimi tecnici che però si accaseranno altrove. Almeno questo dice il mercato oggi. Domani, forse, staremo qui a parlare del contrario…

Nessun commento:

Posta un commento