mercoledì 10 giugno 2009

Mauro German Camoranesi – Scheda Tecnica



Biografia: Mauro Germán Camoranesi (174 cm per 70 kg) nasce a Tandil, Argentina, il 4 ottobre 1976 e inizia la sua carriera nella comapgine della sua città natale, la Gimnasia y Esgrima Tandil e nel Club Atlético Aldosivi. Di indole molto indipendente si trasferisce in Messico per tentare la fortuna nel grande calcio e qui viene ingaggiato dal Santos Laguna nel 1996: è il suo esordio nel calcio professionistico. Il ’97 è uno degli anni peggiori per Camoranesi. A causa dei continui infortuni lascia il Messico e si trasferisce in Uruguay, nei Wanderers Montevideo. Qui, però, dopo appena sei giornate riceve una maxi-squalifica per aver colpito un arbitro e gli viene rescisso il contratto. Lui non si perde d’animo e torna in Argentina, dove è ingaggiato dal Banfield. La definitiva consacrazione nel calcio sudamericano giunge nel 1998, quando passa ai messicani del Cruz Azul, dove rimane sino al 2000, quando il Verona riesce a portarlo in Italia. Nel 2002 viene acquistato dalla Juventus. Nel 2003, ignorato dai selezionatori della Nazionale Argentina, Camoranesi decide di acquisire la cittadinanza italiana per essere convocato nella Squadra Azzurra con cui è diventato Campione del Mondo nel 2006.

Scheda Tecnica: Camoranesi è tra i calciatori con il più elevato tasso tecnico del Campionato Italiano. Può giocare sia come esterno destro di centrocampo che come regista avanzato, dove mette in mostra le sue eccezionali qualità individuali con il pallone tra i piedi. Utilissimo sia in fase di costruzione del gioco che in quella di finalizzazione, Camoranesi è un eccellente uomo-assist, oltre ad essere prezioso contro squadre ben arroccate in difesa: grazie alle sue abilità nel dribbling, riesce spesso a creare la superiorità numerica e a scardinare le retroguardie avversarie. In fase di conclusione è in possesso di un tiro piuttosto potente e molto preciso dalla media distanza, che diventa micidiale grazie ad eccellenti capacità di coordinazione. L’unico limite di questo fuoriclasse è il carattere un po’ troppo irritabile: sono infatti diverse le espulsioni che ha collezionato in carriera e spesso si è trattato di falli di reazione oppure di interventi eccessivamente decisi dettati dal nervosismo.

2 commenti:

Marco ha detto...

Se Mauro nn si infortunerà nella prossima stagione potremmo lottare x qualcosa di importante è un grande giocatore!!

Anonimo ha detto...

http://maurocamoranesi.forumcommunity.net/
http://www.myspace.com/staffmaurocamoranesi

Posta un commento