giovedì 1 ottobre 2009

Bayern-Juventus 0-0 : punto pesante della Juve, ma ora si deve vincere!



La Juventus esce imbattuta dalla Allianz Arena di Monaco e conquista un pareggio importante nel prosieguo della Champions League: da adesso in poi, però, i Bianconeri dovranno vincere per non perdere altro terreno prezioso dopo il pari casalingo contro il Bordeaux. Al momento la Juventus è a due punti che le valgono solo il terzo posto nel suo girone.

Contro il Bayern Monaco, la Juventus si è presentata con una formazione offensiva e votata all'attacco, almeno sulla carta: i bavaresi hanno risposto per le rime, inserendo molti giocatori offensivi sin dall'inizio. A Trezeguet, Iaquinta, Diego e Camoranesi, il Bayern di Van Gaal ha contrapposto Olic, Klose, Müller, Robben e Ribéry. Ne è nata una gara molto intensa, tra due squadre che si temevano ma che volevano vincere: occasioni da un lato e dall'altro hanno caratterizzato un gran bel primo tempo, sostanzialmente equilibrato, che avrebbe potuto finire con qualche gol nel tabellino.

Il Bayern è partito subito molto forte, mettendo paura a Buffon nei primi minuti ma commettendo errori di precisione. La Juve poi si risistema e passa al contrattacco, trovando la porta con Camoranesi e sfiorando l'incrocio con una bella girata di Trezeguet. Oltre al solito Camoranesi, che si conferma il più in forma della Juventus, non ha tradito le attese Diego, seppur ancora non al top della forma: insieme a belle giocate offensive si è prodotto in recuperi difensivi da mediano puro, ricevendo grandi applausi dal pubblico bianconero.

La Juve ha sofferto un po' troppo sugli esterni, dove Robben e Ribéry hanno messo in difficoltà Grosso e Grygera: il problema era che i tedeschi attaccavano in sei, con frequenti sovrapposizioni. Al centro, invece, Chiellini e Legrottaglie se la sono cavata piuttosto bene, dopo aver preso le misure agli inserimenti degli avversari, che davano il solo Klose come punto di riferimento.

A parte qualche fiammata dei singoli (Ribery ha dimostrato di essere un grande campione!) la Juve ha contenuto bene i bavaresi, soffrendo in alcuni momenti ma insidiando anche la porta di Butt. Con l'ingresso di Poulsen per Diego, Ferrara passa ad un 4-4-2 molto corto che chiude ogni spazio. Alla fine Iaquinta e Trezeguet avrebbero anche la palla del vantaggio, ma non si capiscono: l'entrata di Amauri fa rifiatare un po' la difesa ed il centrocampo, dove Marchisio e Melo hanno dato tutto.

Un buon pari per la Juventus, dunque, che ha tenuto contro un Bayern Monaco molto intenso e votato all'attacco. La squadra di Ferrara, però, dovrà migliorare ancora un po' nella condizione fisica: alcuni calciatori sono apparsi stanchi. Segnali positivi sono invece giunti dal punto di vista del gioco collettivo.

Nessun commento:

Posta un commento