giovedì 29 ottobre 2009

Juventus-Sampdoria 5-1: Bentornata Juve!!!



La Juventus strapazza con un sonoro 5-1 la Sampdoria di Cassano dando una prova di forza assolutamente imprevedibile: non che la squadra di Ferrara non disponga di grandissimi campioni, ma le ultime uscite avevano lasciato molto a desiderare dal punto di vista del gioco e dell'atteggiamento tattico. Ebbene, i bianconeri hanno sfoderato una partita perfetta.

Ferrara ripropone il modulo 4-5-1 già visto contro il Maccabi ma con due differenze sostanziali: l'unica punta è Amauri ed a fianco di Felipe Melo c'è Sissoko. Questi due elementi, uniti ad un atteggiamento tattico molto aggressivo sin dal primo minuto, hanno fatto sì che la squadra giocasse in maniera molto compatta, accorciando le linee e coprendo bene tutto il campo. Lo avevamo detto, la gara si sarebbe decisa a centrocampo: la Juve ha messo 5 dei suoi uomini migliori in quel settore e la differenza si è vista.

Dietro ad Amauri, molto mobile come sempre, hanno operato Camoranesi, Diego e Giovinco: partita superlativa di tutti e tre, specie il brasiliano, da cui sono partite tutte (o quasi) le azioni da gol della Juve. La difesa sampdoriana non ha avuto punti di riferimento ed ha dovuto guardarsi dalle continue sortite offensive degli attaccanti bianconeri, tutti in grado di saltare l'uomo, creare la superiorità ed impostare l'azione. Il loro sacrificio in fase difensiva ha reso impeccabile l'applicazione del nuovo modulo.

In settimana erano state provate le situazioni di calcio da fermo e la Juventus ha dimostrato di saper capitalizzare le sue occasioni: il primo gol, dopo diverse chance da rete, lo sigla Amauri su corner di Diego. Per la seconda segnatura Amauri si trasforma in assistman: Chiellini ruba palla a metà campo, la dà all'italo-brasiliano, segue l'azione e si fa trovare pronto per la battuta a rete sotto porta. Oltre al bel gol, questa giocata mette in evidenza la compattezza della squadra in fase di non possesso.

Il secondo tempo è una replica del primo: la Juve che attacca sulle fasce, di cui non ha mai perso il controllo, e crea occasioni a raffica. Il 3° gol è opera di Camoranesi dopo una bella combinazione Diego-Giovinco, il 4° è un bel colpo di testa da centro-area di Amauri ed il 5° una giocata simile di Trezeguet subentrato proprio al numero 11 bianconero. La rete di Pazzini è arrivata sull'unico errore degli juventini: Grosso si è fatto soffiare il pallone (sul 4-0 ci sta!) da Bellucci che ha trovato con un bel cross la testa del compagno.

Vogliamo infine segnalare, ed è certamente un merito di Ferrara, la metamorfosi di Felipe Melo: attento, equilibrato ed essenziale nelle giocate, il brasiliano ha anche (finalmente!) spazzato via il pallone quando il caso lo richiedeva. Forse è prematuro dire se qualcosa è cambiato, ma registriamo con molto piacere come i piedi buoni (vedi il centrocampo schierato questa sera) facciano ancora la differenza. E meno male...

6 commenti:

Anonimo ha detto...

una gran bella partita....squadra corta e quasi sempre molto attenta. Grande merito al ritorno in campo di Sissoko un giocatore straordinario per quantita' e qualita'.....

Anonimo ha detto...

Smplicemente grandissimi! Ma perché non hanno sempre giocato così?

Anonimo ha detto...

....e adesso si e' fatto male Sissoko....ma cosa fanno in allenamento???

Anonimo ha detto...

i rendiamo conto che la juve con ferrara non andra tanto lontano .. non e un allenatorwe a juve . stavamo vincendo 2a0 col napoli e abbiamop pero perso 3a2 vogliamo esonerare ferrara se no finiamo male

Anonimo ha detto...

non si puo vincere 5 a 1 con la samp e poi perdere 3a 2 con il napoli siamo tornati all ere di ranieri ma cosa aspettano a esonerare ferrara

Anonimo ha detto...

Ma cosa state dicendo!!!
a voi un errore(quello del 3 a 2 con il napoli) vi porta a voler cambiare allenatore... ma siete fuori di melone!!! non vi siete accorti che la Juve è migliorata da quando c'è Ferrara e non ranieri!!!
Lui usa giocatori giovani (come giovinco o marchisio...) ed è questo ke con l'esperienza dei più vekki fa motore alla squadra...
O Un esempio della bravura di Ferrara è il cambiamento di Melo...
Magari AVETE RAGIONE SUL METODO D'ALLENAMENTO... ma noi NON ne sappiamo più di tanto e qst nn può arrivare a esonerare Ferrara!

Posta un commento