lunedì 5 ottobre 2009

Palermo-Juventus: 2-0 Sconfitta meritata, non si gioca solo un tempo!



Il titolo non lascia dubbi: la Juventus ha perso meritatamente a Palermo per 2 a 0, andando sotto di due gol già nel primo tempo. La squadra di Ferrara ha lasciato per tutta la prima frazione di gioco l'iniziativa ai palermitani che hanno sfruttato al meglio due delle diverse occasioni che sono riusciti a procurarsi. La Juve si è scossa solo dopo il doppio svantaggio, quando ormai i Rosanero avevano eretto un muro difensivo difficilmente valicabile: un po' di imprecisione e sfortuna nelle conclusioni ha fatto il resto.

Ferrara ha riproposto il centrocampo a rombo con Diego dietro le punte Amauri e Iaquinta, ma i Bianconeri hanno mostrato sin da subito poca corsa. Non tutti, ovviamente: Camoranesi si è confermato in gran forma, ma da solo ha potuto poco. Diego non è ancora al top, anche se ha messo apprensione agli avversari con un paio di giocate: controllato a turno da Bresciano e Simplicio, il brasiliano non ha però inciso nelle trame di gioco juventine.

Quando si schiera questo tipo di formazione, in ogni caso, bisogna controllare il gioco e fare possesso palla: altrimenti si fa un'enorme fatica nel chiudere gli spazi. Ed è questo quanto puntualmente è successo contro il Palermo: Zenga ha preparato la partita con grande astuzia, programmando un pressing asfissiante sul centrocampo bianconero. Ed è lì che il Palermo ha vinto la partita: Poulsen e Melo sono andati regolarmente in inferiorità numerica ed hanno avuto grandi problemi nell'impostare le azioni.

Al contrario le tre punte rosanero, Cavani, Miccoli e Pastore, hanno messo spesso in difficoltà la difesa juventina con le loro accelerazioni ed i loro incroci. Tuttavia il primo gol del Palermo è arrivato da un'ingenuità di Felipe Melo: il brasiliano ha perso palla nella propria trequarti e Pastore è ripartito di gran carriera servendo a Cavani un bell'assist che l'uruguayano ha tramutato in uno splendido destro all'incrocio. Inutile ribadire che questi cali di tensione nervosa da parte del nostro regista sono da evitare: fino ad allora la Juve, pur senza eccellere, aveva retto gli attacchi avversari, mentre dopo il gol è subentrato il nervosismo.

Il secondo gol, quello di Simplicio, è arrivato da un ottimo inserimento del brasiliano su un calcio di punizione di Miccoli, ma i difensori bianconeri, sbagliando la tattica del fuorigioco, hanno completamente trascurato l'autore della rete. Da quel momento in poi il copione della partita è stato chiarissimo: Juve catapultata in attacco e Palermo arroccato in difesa e pronto a sfruttare gli ampi spazi che gli si aprivano in contropiede.

Ed è stato in questa fase che i difensori bianconeri hanno mostrato le loro doti migliori, mettendo in evidenza un enorme spirito di sacrificio nei recuperi e nelle chiusure. Ferrara ha provato a passare prima al 4-4-2 inserendo De Ceglie al posto di Diego e poi al 4-3-3 con Trezeguet al posto di Camoranesi: ma la giornata era nata storta e non è finita meglio! Non si può però dire che l'allenatore bianconero non abbia cercato di smuovere le acque: è dura vincere, se si gioca un tempo solo. La Juventus, e la colpa è dei giocatori, lo ha fatto solo quando è andata sotto di due gol...

5 commenti:

Anonimo ha detto...

ssshh. oggi lutto nazionale giornalisti prostituiti, ha perso la juve.

Anonimo ha detto...

Mi dispiace davvero avrei preferito vincere con l'inter e perdere con la juve

squeeze ha detto...

Zenga nelle giornate scorse ha sempre alternato Pastore e Simplicio. Aveva iniziato con Pastore e poi l'ha panchinato in favore di Simplicio. Non credo sia un caso che abbia rischiato due fantasisti in campo + bresciano proprio contro il nostro centrocampo, fatto del solo Melo a interdire.

Gianfranco ha detto...

Si, sono d'accordo: anche eprché Poulsen era come se in campo non ci fosse mai sceso...Che bidone clamoroso!!! :(

Anonimo ha detto...

beh secondo me non è colpa della juventus...il palermo non ha fatto giocare la juve,la cosa è ben diversa....vi abbiamo schiacciato x 90 minuti...forza palermo e basta

Posta un commento