giovedì 14 gennaio 2010

Juventus-Napoli 3-0 La Dirigenza rinnova fiducia a Ferrara. Forse.



La Juventus batte nettamente il Napoli e raggiunge i quarti di finale di Coppa Italia, dove incontrerà l'Inter. Un 3-0 degli uomini di Ferrara che, in barba alle tante voci circolate in questi giorni, potrebbe aver scacciato, almeno temporaneamente, i possibili sostituti sulla panchina bianconera.

Una Juventus apparsa meglio rispetto alle ultime, disastrose uscite, ma non certo all'altezza del suo blasone, anche perché il Napoli, per scelta di Mazzarri, aveva cambiato ben 9/11 della sua formazione-tipo, lasciando fuori Hamsik e Quagliarella, entrati solo nella ripresa.

Ferrara ha riproposto il centrocampo a rombo che tanto ha fatto discutere, con Melo al centro, Salihamidzic e De Ceglie sulle fasce e Diego più avanzato e libero di svariare dietro Del Piero ed Amauri. L'inizio non è stato esaltante: la Juve è partita timida ed il Napoli le ha messo subito pressione, un'immagine che ultimamente i tifosi bianconeri hanno ben chiara.


Poi, però, dopo i soliti passaggi sbagliati e le difficoltà di impostazione, si sveglia Diego: libero di spaziare su tutto il fronte, il brasiliano, grazie alle sovrapposizioni di Salihamidzic e De Ceglie, riesce a creare la superiorità e far guadagnare spazio in avanti alla squadra.

Mentre Grosso è in difficoltà fisiche (sarà sostituito da Grygera), Caceres è in gran forma e spinge moltissimo: la Juventus gioca in pratica di rimessa, mentre in difesa il solito Chiellini leva dalle difficoltà in un paio di occasioni Legrottaglie e Melo. Complessivamente la difesa tiene bene, la squadra resta corta e Diego riesce a trovare gli spazi per accelerazioni tra le linee avversarie: esattamente quello per cui è stato comprato!!!

Da un'azione contestata per un inesistente fallo su Datolo, la Juventus parte in contropiede come non le vedevamo fare da mesi e su un rinvio corto di Zuniga, Diego tira di controbalzo con un destro sporco il giusto per beffare Iezzo. La gara si incattivisce e Contini commette un brutto fallo su Del Piero a gioco fermo che avrebbe meritato il rosso diretto, ma l'arbitro lo ignora.

Nella ripresa il copione è simile: il Napoli, a trazione offensiva, attacca e colpisce anche una traversa con un bel tiro di Hamsik dalla distanza, ma è la Juve ad andare in gol. Una splendida azione rasoterra con magistrale sovrapposizione di Caceres porta l'uruguayano al cross teso che Del Piero, dopo aver sbagliato un'occasione ghiottissima nel primo tempo, mette in rete.

Diego (che prende anche un palo!) su una velocissima azione di contropiede, lanciato da Del Piero, viene atterrato in area dal solito Contini che finisce anzitempo negli spogliatoi: il Capitano non sbaglia il rigore e fa 3-0! Un risultato forse troppo rotondo, ma che perlomeno fa morale: e di morale, in questo momento, c'è un gran bisogno. E a voi come è parsa la Juve di Coppa Italia?

4 commenti:

Davide ha detto...

Si tutto giusto ma ricordiamoci che abbiamo giocato contro la seconda squadra del Napoli...

Marco ha detto...

La Juventus doveva perdere cosi Ferrara andava via!

idabelsito ha detto...

Caro Luigi, sono Antonio (il collega di Ida) che scrive. Questa è una prova di trasmissione. I complimenti sono ovvi. Fammi sapere se questo commento è arrivato. Ciao

Luigi ha detto...

Ciao Antonio, commento ricevuto! :)
Torna a scrivere quando vuoi e grazie mille per gli immeritati complimenti che mi fai sempre.
A presto!

Posta un commento