sabato 27 febbraio 2010

Infortunio Amauri: ancora incidenti muscolari, vogliamo un colpevole!!!


L'infortunio di Amauri (foto) arriva nel momento migliore dell'attaccante brasiliano in questa stagione. Dopo oltre 100 giorni senza segnare, aveva inanellato una bella serie di 3 reti in 2 partite che gli avevano dato fiducia e che testimoniavano un certo cambiamento nel gioco.

Amauri si è procurato un incidente muscolare assimilabile agli infortuni che hanno costellato la stagione della Juventus sino ad oggi: tecnicamente si parla di "distrazione al tendine del bicipite femorale" della gamba sinistra, il che si tradurrà in un mesetto di stop.

Ciò significa che Amauri si è definitivamente giocato tutte le (invero poche) chance di aggregarsi alla comitiva della Nazionale Azzurra, in partenza per il Sudafrica a difendere il titolo di Campioni del Mondo conquistato nel 2006. Pare infatti che lo staff di Lippi avesse ripreso ad osservarlo con interesse dopo le ultime, convincenti prestazioni ma adesso, con un ritorno stimato per Aprile, le porte della Nazionale italiana per lui sembrano essersi definitivamente chiuse.


Le ripercussioni di questo infortunio non sono solo per gli Azzurri, ovviamente, ma anche e soprattutto per la Juventus: la squadra di Zaccheroni sembra aver finalmente trovato una propria identità di gioco, con un sistema tattico dispendioso ma in grado di esaltare le qualità individuali dei calciatori più tecnici, tra cui Amauri.

Gli infortuni alla Juventus sono ormai quasi 50, gran parte di questi di natura muscolare: chi è il responsabile di una simile serie di incidenti? Il titolo è ovviamente provocatorio e non vuole in alcun modo addossare la colpa ad una persona, ad uno staff o ad un particolare fattore. Tuttavia appare difficile attribuire alla mala sorte, e solo ad essa, un numero di incidenti in parte molto simili.

E' pur vero che i calciatori tendono a farsi male ai muscoli delle gambe, ma forse anche la Juventus dovrebbe dotarsi di un apparato di controllo clinico dei propri calciatori come da tempo fa il Milan con il famoso MilanLab: non che i Rossoneri non abbiano avuto infortuni gravi negli ultimi anni, ma sono riusciti a contrastare alcune delle tipologie di infortunio dovute a carichi di lavoro eccessivo, posture errate o allenamenti non perfettamente equilibrati.

I dati confermano l'importanza dei controlli individuali, cosa che alla Juve evidentemente non avviene: uno stiramento può capitare sempre, così come mille altri incidenti. Quando però si ripete sempre lo stesso tipo di infortunio (come per Amauri), allora la mala sorte, per quanto "mala" possa essere, non basta più.

1 commento:

Antonio ha detto...

Circa 150 infortuni in due anni non possono essere giustificati solo con la sfiga..ci sarà sicuramente l'inadeguatezza dei campi di allenamento di Vinovo, e lo staff dei preparatori avrà la sua grossa fetta di colpa, perchè numeri del genere sono inconcepibili.

Un saluto.

Posta un commento