lunedì 8 febbraio 2010

Tardelli spara a zero sulla Juventus


Marco Tardelli, una vita per la Juventus, esprime tutto il suo disappunto per le sorti della sua ex squadra, che sta conoscendo forse la crisi di risultati più buia degli ultimi 20 anni, per non parlare dello sbando totale dal punto di vista del gioco. Tardelli, senza mezzi termini, dà la colpa alla Dirigenza ed al Consiglio di Amministrazione.

Come qualcuno ricorderà, l'attuale tecnico in seconda della nazionale irlandese faceva parte del CdA della Juventus del dopo-Calciopoli: amato dalla gente e dagli azionisti, che in lui vedevano una linea di continuità con la Juve del passato. Pochi mesi dopo, però, qualcosa si ruppe e Tardelli abbandonò sbattendo la porta (non solo metaforicamente) il Consiglio.


Le ragioni restarono a lungo ignote, anche se si sospettò che Blanc e Cobolli Gigli avessero voluto metterlo un po' da parte nelle scelte tecniche relative al mercato, divenuto appannaggio esclusivo di Alessio Secco. Da allora la storia bianconera si è caratterizzata per grandi spese, scelte tecniche discutibili ed ancor peggiori rapporti con la tifoseria.

Tardelli spiega che il CdA è stato inflessibile nell'affidare a persone esterne al mondo del calcio la gestione di una delle squadre più titolate d'Europa: una decisione quantomeno rischiosa, un salto nel vuoto e per di più senza paracadute. L'attuale rosa è competitiva negli uomini e nel tecnico, ma la gestione della società è da buttare: senza di quella, sintetizza Tardelli, non si va da nessuna parte. "Gli ultimi tre anni", quelli che dovevano rappresentare la rifondazione bianconera, "sono da buttare!"

2 commenti:

vittoriav ha detto...

tutta la dirigenza della juve è da buttare nel cesso!!!

Antonio ha detto...

Bè, Tardelli di sicuro ha il dente avvelenato, ma adesso è fin troppo facile dire che la dirigenza della Juve è formata da "dilettanti allo sbaraglio"..è sotto gli occhi di tutti!

Meno facile è stato sparlarne quando comprando un ex calciatore come Cannavaro, una mezza pippa come Felipe Melo e un aspirante fenomeno come Diego veniva da tutti pronosticata come una delle grandi favorite, se non LA favorita.

Ci vorrebbe più equilibrio, da parte di giornali e giornalini vari..e per inciso, prendere Zaccheroni a mio parere è stata un'ennesima castroneria.

Se ti fa piacere, proprio oggi sul mio blog ho scritto su questo periodo della Juve, se vuoi dire la tua ne sarò contento..ciao, e buon lavoro!

Posta un commento