giovedì 4 febbraio 2010

Zaccheroni modella la Juve: allenamenti duri e 3-4-3


Zaccheroni inizia a far sua la Juventus, con colloqui individuali con tutti i calciatori, partendo da Del Piero, ed allenamenti finalizzati alla resistenza fisica. In più, forse già contro il Livorno, potrebbe cambiare anche il modulo tattico, impiantando anche alla Juve il 3-4-3.

Abbiamo già visto come Mister Zaccheroni prediliga questo schieramento da quando ha allenato l'Udinese: è quello che gli dà maggiori garanzie di equilibrio tattico e compattezza tra i reparti. Alla Juventus il 3-4-3 subirebbe una lieve variazione, con due punte di ruolo e Diego qualche metro più indietro. 

Per il resto, il centrocampo avrà due centrali a protezione della difesa e due esterni che spingeranno a tutto campo: tra i centrali, Melo potrà giocare davanti alla difesa, mentre Sissoko o Candreva agiranno un po' più avanti da regista. Sulle fasce, il ruolo chiave degli schemi di Zaccheroni, dovranno macinare chilometri De Ceglie, Marchisio, Saliamidzic o Caceres.

In difesa i tre centrali dovranno essere Chiellini, Cannavaro più uno da scegliere tra Grygera e Legrottaglie, con quest'ultimo favorito. Il grande escluso da questo schieramento sarebbe Fabio Grosso: mentre gli altri terzini possono riciclarsi centrali di difesa o laterali di centrocampo, Grosso è ormai da molti anni in quel ruolo, seppur in gioventù ha giocato anche da centrocampista.

Le sue prestazioni, però, sono molto al di sotto delle aspettative e non è da escludere che dovrà faticare non poco per rientrare in prima squadra. Entro febbraio dovrebbero rientrare Iaquinta, Camoranesi e Trezeguet: per allora Zaccheroni vuole che la struttura portante della sua Juventus sia già collaudata.

Quello che preoccupa non è tanto l'applicazione tattica degli schemi, quanto piuttosto la tenuta atletica della Juve: perché il 3-4-3 o 3-4-1-2 sia efficace, c'è bisogno di grande corsa, con un pressing aggressivo che parta dagli attaccanti ed una squadra cortissima. Riuscirà Mister Zaccheroni a fare il miracolo?

3 commenti:

Luigi ha detto...

Teniamo presente che per Livorno saranno indisponibili, oltre agli infortunati, anche Grygera e Sissoko per squalifica.

Marco ha detto...

Se vinciamo a Livorno cn una squadra più che dimezzata secondo me possiamo dire che la Juventus è uscita dalla crisi

Anonimo ha detto...

bhe forse è presto, diciamo che se la Juventus vince a livorno fa solo metà del suo dovere, mi pare che anche loro hanno degli squalificatyi e infortunati. Secondo me per uscire dalla crisi ci vuole una serie di 3 vittorie di fila...

Posta un commento