giovedì 18 marzo 2010

Juventus: col Fulham per difendere il 3-1 ma senza difesa!


E sì: la Juventus dovrà difendere il risultato dell'andata contro gli inglesi del Fulham ma probabilmente difendere è la cose che le riesce meno bene in questa stagione. La sua porta, anche quando era presidiata da Gigi Buffon, ha subito quasi sempre almeno un gol e partire da 0-1 non è il massimo per una squadra che punta al vertice.

In Europa League la Juventus (nella foto Alex Del Piero) vuole andare avanti e far bella figura: certo, non è la Champions, ma è sempre un torneo e vincerlo rappresenterebbe un elemento di rottura con gli ultimi anni. La Juve non ha vinto più nulla dal 2005-2006 e Ranieri, lo scorso anno, è stato allontanato anche perché, a detta di Blanc & Co., aveva fallito l'obiettivo della Coppa Italia.

Tralasciando le valutazioni del caso, bisogna dire che tornare a vincere qualcosa sarebbe una spinta psicologica importante, darebbe morale e permetterebbe di mettere a tacere qualche scricchiolio polemico di troppo che di tanto in tanto riaffiora.


Il problema di Zaccheroni è la difesa: senza Chiellini e Buffon, pur con un Cannavaro in netta ripresa, il reparto arretrato bianconero appare in grandi difficoltà. Quando i calciatori evidenziano lacune tecniche individuali, il gioco di squadra non può che risentirne, specie se si adottano movimenti e strategie che necessitano di grande senso tattico: la Juventus tiene la linea difensiva alta, chiede ai laterali di difesa di spingere molto sulle fasce ed adotta la tattica del fuorigioco con una certa frequenza.

Basta un errore da parte di un singolo per mandare a monte tutta l'impalcatura tattica della squadra. Contro il Fulham, che in casa ha un ruolino di marcia notevole, non si dovrà difendere il vantaggio di due gol, ma si dovrà attaccare. Sembra un paradosso, ma la Juventus deve fare quello che le riesce meglio, cercando di tenere palla il più possibile ed addormentare la gara.

Per prendere 2 gol, lo abbiamo visto, a questa difesa bastano pochi minuti, ma ne bastano altrettanti per farne 3: al termine vincerà chi avrà segnato più reti e credo che l'atteggiamento giusto, per forza di cose, sia quello di partire subito forte, cercando di segnare il gol del vantaggio. Dopo, almeno in teoria, dovrebbe essere tutto più semplice.

1 commento:

Marco ha detto...

Allora ho visto le formazioni e giocherà Zebina centrale e brazzo terzino destro...e devo sire che se dovessi fare un pronostico sarebbe sicuramente di una sconfitta...giocherà Trezeguet unica punta quindi di male in peggio...xrò nn so xkè ma ho un presentimento che la Juve passa!

Posta un commento