sabato 6 marzo 2010

Juventus: Diego e Grosso regalano a Zaccheroni la terza vittoria esterna consecutiva


Una Juventus tenace ed ordinata riagguanta il quarto posto (in attesa delle gare di domani) grazie a un ottimo Candreva, un grande Diego ed i graditi ritorni di Grosso (bel gol) e Iaquinta. Zaccheroni può esultare per la terza vittoria esterna consecutiva e per lo spirito di squadra che si è visto contro una buona Fiorentina.

Zaccheroni schiera una difesa a 4 con Zebina e De Ceglie a spingere sulle fasce, un centrocampo muscolare e un atipico tridente formato da Trezeguet, Diego e Candreva. La Juventus gioca compatta ed unita sin da subito, mettendo in difficoltà i Viola sulle fasce con belle triangolazioni e geometrie.

E la Juventus passa subito in vantaggio su un'azione manovrata palla a terra. Grande merito va a Candreva, che tiene palla sulla trequarti viola e attende l'inserimento di Diego che, sul filo dell'offside, controlla, fa una finta che solo un brasiliano può fare davanti a un gran portiere come Frey, e deposita con eleganza in rete. 1-0 e partita che si mette sul canale giusto.


La Fiorentina manovra molto e fa tanto possesso di palla grazie a Zanetti e Montolivo, ma non si rende spesso pericolosa. Legrottaglie e Chiellini sono molto attenti su Gilardino e Jovetic, ma ci vuole un grande Manninger per neutralizzare in uscita bassa un tiro da centroarea dell'attaccante Viola.

Il portiere austriaco della Juventus ha dimostrato quanto di buono e meno buono dicevamo sul suo conto: sicurissimo tra i pali, nella presa e nelle uscite basse, carismatico nel piazzare la difesa sui calci piazzati ma talvolta in difficoltà nelle uscite alte. Da una sua indecisione con De Ceglie nasce il pareggio di Marchionni (di testa!): da un cross morbido dalla destra, in situazione di 3 contro 3 in area, De Ceglie taglia fuori Gilardino e chiama Manninger all'uscita, che avviene però con qualche istante di fatale ritardo e l'ex centrocampista della Juve può pareggiare senza quasi saltare...

La gara vive una fase di stasi piuttosto prolungata. La Fiorentina fa possesso palla e la Juventus oppone densità negli spazi chiudendosi bene, ripartendo in contropiede: il 4-3-2-1 bianconero in attacco si trasforma efficacemente in 4-5-1 in fase di non possesso, con Diego e Candreva sugli scudi anche in interdizione e pressing. Meno bene Trezeguet, non al meglio, spesso estraneo alla manovra e cercato poco (e maluccio) dai compagni.

Dopo un grande rischio, sventato da un ottimo anticipo di Legrottaglie su Felipe, la Juventus ritorna a giocare con equilibrio palla a terra. E non è un caso che il 2-1 definitivo nasca da una bella combinazione Diego-Sissoko-Grosso, con quest'ultimo che dimostra tutta la sua sensibilità nel giocare negli spazi, rendendosi quasi invisibile ai difensori avversari: con un passo, Grosso (foto)si smarca, detta il passaggio a Momo, guadagna la profondità e con un gran bel sinistro batte Frey imparabilmente.

Un Grosso che rientra nel migliore dei modi, sopperendo alla minore freschezza atletica di De Ceglie (infortunatosi), con un maggior tasso tecnico messo perfettamente a frutto nell'azione del suo gol. Quindi la Juventus si limita a controllare, anche per l'infortunio di Chiellini che diviene centravanti di fortuna, ripartendo in contropiede grazie alla velocità caparbia del rientrante Vincenzo Iaquinta (bentornato!!!!): dopo aver avviato tante azioni per i compagni segnaliamo la bella conclusione di Marchisio, tornato sui suoi livelli, sventata da un ottimo Frey.

La Juventus ritrova quindi il quarto posto, almeno temporaneo, conquistanto la terza vittoria esterna consecutiva (dopo Amsterdam e Bologna) e facendo intravedere qualche progresso sul piano del gioco e della tenuta atletica. Il rientro di Iaquinta, Grosso e Poulsen è certamente un buon segnale, ma gli acciacchi di Chiellini e De Ceglie compensano in negativo questi importanti ritorni in squadra. La cura per la Juventus, dice Zaccheroni, è ancora lunga. Stasera, in ogni caso, si è fatto un piccolo passo in avanti. Ed è già qualcosa...

3 commenti:

Marco ha detto...

Buona partita...meno male che si è ripreso Iaquinta xkè Trezeguet deve solo ritirarsi!!

Anonimo ha detto...

Finalmente una ottima gara da parte della Juve. Dinamica e veloce su tutte le parti del campo. Ho l'impressione che mister Zaccheroni abbia capito che Del Piero e Diego non possono giocare insieme, perchè secondo me sono due fotocopie.
Mi auguro che seguiamo questa scelta.
Antonio DL

Anonimo ha detto...

Finalmente una ottima gara da parte della Juve. Dinamica e veloce su tutte le parti del campo. Ho l'impressione che mister Zaccheroni abbia capito che Del Piero e Diego non possono giocare insieme, perchè secondo me sono due fotocopie.
Mi auguro che seguiamo questa scelta.
Antonio DL

Posta un commento