giovedì 29 aprile 2010

Juventus: Andrea Agnelli Presidente ma Blanc resta


La notizia che milioni di tifosi bianconeri attendevano è arrivata: Andrea Agnelli è il nuovo presidente della Juventus subentrando a Jean-Claude Blanc. Dopo quasi 50 anni la famiglia Agnelli porta un suo esponente alla guida diretta non solo della proprietà ma anche della società calcistica. La tifoseria si attende grandi cose, ma andiamo con ordine.

Andrea Agnelli (foto) ha già fatto dichiarazioni che lasciano ben sperare. Ha parlato della "sua" Juventus e di come intenda profondere ogni energia per riportarla dove merita. Sappiamo inoltre che è un buon conoscitore di calcio ed ama circondarsi di persone competenti. Detto questo non scoridamoci che la Juventus è quotata in borsa e difficilmente si potranno reperire, se non attraverso dolorose cessioni (leggi Buffon) i fondi necessari per una campagna acquisti stellare.

Con questa squadra si può far meglio ma non tanto meglio rispetto a quest'anno: ci sono evidenti lacune individuali in alcuni ruoli, specie a centrocampo e sulle fasce, e la Juve deve prima correre ai ripari per non farsi sorprendere da un altro inverno gelido di infortuni come gli ultimi due. Sarebbe bello se Agnelli cambiasse il campo di allenamento di Vinovo, ma di questo non si è ancora parlato.


Si è parlato però del direttore sportivo, figura-chiave nel calciomercato. Ebbene, pare che Giuseppe Marotta sia praticamente già ingaggiato, grazie anche all'entrata non solo simbolica della FIAT in società. Con Marotta al comando delle operazioni dal punto di vista prettamente tecnico, Blanc tornerà a fare il manager.

Sì, perché Blanc resterà alla Juventus nel ruolo di amministratore delegato, colui che dovrà far quadrare i conti: questo, ci auguriamo, dovrebbe ancora saperlo fare bene.

Nessun commento:

Posta un commento