domenica 25 luglio 2010

Juventus-Lione: vittoria incoraggiante, ma qualcosa ancora manca


Bella vittoria della Juventus a Cosenza contro l'Olympique Lyonnais, nell'ultima amichevole di lusso prima dell'inizio della stagione 2010/2011 che per i bianconeri aprirà i battenti giovedì prossimo con il turno preliminare di Europa League in Irlanda. Il 2-1 finale per la Juve è un buon viatico per affrontare le sfide ufficiali che attendono la squadra, ma c'è ancora qualcosa da migliorare.

E non è una frase fatta! La Juventus è stata schierata da Gigi Del Neri con il solito 4-4-2 di cui si sono avvicendati gli interpreti: ma è stata partita vera. Si è rivisto un discreto Chiellini, nonostante fosse appena tornato dalle ferie, e soprattutto un Diego vivace e in palla, oltre ad uno Storari sicuro ed affidabile. Più che buona anche la prestazione di Pepe (foto), che ha siglato il gol decisivo.

Il Lione ha optato per uno schema a 3 punte molto mobili, sostenute dalla spinta dei due esterni di difesa. Ciò ha messo in difficoltà la Juve in fase di contenimento a centrocampo, anche se i francesi non hanno creato granché. I bianconeri hanno spinto sulle fasce a corrente alternata, con buoni spunti di Martinez e Motta sulla destra, mentre sulla sinistra De Ceglie è apparso un po' in affanno e Lanzafame poco ispirato.


Del Piero ha fatto vedere qualche bella giocata in coppia con Amauri, che ha pressato molto e ha mostrato impegno e generosità, anche se nell'unica vera occasione da gol capitatagli ha peccato di troppo altruismo. Alex Del Piero è stato più concreto, subendo talvolta la rudezza dei difensori del Lione, come quando, dopo un bel dribbling, è stato anche falciato in area con un intervento che ha fatto gridare al rigore.

Massima punizione che invece è stata accordata dall'arbitro Russo ai francesi a seguito di un intervento un po' scomposto di Chiellini, su cui però Belfodil ha accentuato la caduta. Dagli 11 metri Ederson batte Storari per l'1-0. Si rivedono i fantasmi della Juve confusa dello scorso anno, con tanta paura e tanti errori di misura. Il nervosismo non riguarda solo i bianconeri: Cissokho rifila un calcione a Martinez, colpevole di averlo abilmente dribblato; un intervento a palla lontana da rosso diretto, comminato dal direttore di gara.

La partita cambia, anche se i francesi mostrano grande organizzazione di gioco e una fluidità nei movimenti che la Juve fatica a trovare. Trova però il pareggio con un altro rigore, meno netto di quello su Del Piero, a seguito di una spinta da dietro ai danni di Amauri. Del Piero, dal dischetto, non sbaglia e fa 1-1.

La ripresa è caratterizzata da un controllo della gara da parte della Juventus, che manda in campo Diego e Trezeguet come nuova coppia offensiva. Il brasiliano appare molto ispirato, anche se spesso arretra per prendere il pallone, lasciando Trezeguet solo in attacco. A dire il vero, questo movimento ad arretrare favorisce gli inserimenti degli esterni di centrocampo, con un potenziale offensivo notevole: il meccanismo appare valido, ma va ancora registrato a dovere.

Dopo una bella occasione aerea di Chiellini sugli sviluppi di un calcio piazzato (ottima parata del portiere  Vercoutre), la Juventus passa in vantaggio proprio con il movimento descritto sopra. Pepe, molto mobile nonostante la forma precaria, va in percussione sulla destra ma invece di crossare chiama Diego al 'dai e vai': il brasiliano vede l'ex Udinese tagliare in mezzo e lo serve con un pregevole pallonetto che scavalca i difensori, mettendolo in condizione di battere a rete da pochi passi.

Il vantaggio è salvato nel finale da un ottimo riflesso di Storari su una velenosa punizione di Kallstrom. Una bella vittoria, quindi, che non deve portare a facili entusiasmi: il Lione ha giocato 2/3 della gara in 10 ed ha trovato il modo di rendersi pericoloso. Ma le vittorie fanno morale ed aiutano a crescere: esattemente quello di cui la Juve di Del Neri ha bisogno...

1 commento:

Marco ha detto...

si è vero qualcosa manca e quel qualcosa è la fascia sinistra...se diego riesce a giocare cm sta facendo in campionato nn serve una attaccante ma la fascia sinistra è da completare!cmq buona partita

Posta un commento