sabato 28 agosto 2010

Calciomercato Juventus: Quagliarella arriva, Diego va. Chi ci guadagna?


Calciomercato - La Juventus ha ufficializzato l'acquisto di Fabio Quagliarella dal Napoli, a poche ore di distanza dalla cessione di Diego Ribas da Cunha al Wolfsburg. Due colpi in grande stile, a cui si poteva aggiungere quello di Di Natale, che ha rifiutato all'ultimo momento il passaggio ai Bianconeri di Torino, dichiarando amore eterno a quelli di Udine.

La cessione di Diego al Wolfsburg ha destato molte polemiche tra i tifosi juventini, convinti che il brasiliano, naufragato insieme al resto della squadra lo scorso anno, potesse fare bene in questa stagione. Lo avevano confermato le convincenti prestazioni del precampionato, su tutte quella contro il Lione a Cosenza (assist eccellente per il 2-1 di Pepe) e quella del Trofeo Tim (gol al Milan).

Blanc ha spiegato che per fare una squadra è necessario sacrificare alcuni pezzi pregiati, nel tentativo di mettere insieme un gruppo in grado di interpretare al meglio i dettami tattici di Del Neri. In questo senso Diego avrebbe dovuto sacrificarsi a giocare da seconda punta, un ruolo che interpretava arretrando spesso per giocare di più il pallone, ma alleggerendo l'attacco.


L'acquisto di Quagliarella (foto) darà alla Juventus un calciatore di grande qualità tecnica, uno dei talenti più puri che il nostro calcio abbia espresso negli ultimi anni. Tuttavia, seppur tatticamente può essere inserito con maggiore facilità nel 4-4-2 di Del Neri, vi sono alcuni dubbi che solo il campo saprà sciogliere.

Ad esempio, riuscirà a trovare continuità sotto porta un attaccante di cui si ricordano gol spettacolari ma mai tantissimi? Se non segna lui, infatti, dovremo affidarci ad Amauri e Iaquinta (fuori per infortunio entrambi) che, specie il primo, deve ancora ritrovare il feeling con il gol. A 36 anni, benché con una condizione fisica invidiabile, Del Piero rimarrà l'uomo decisivo di questa Juventus (alla faccia di chi sostiene che non lo sia!) in campo e fuori, con il carisma e con i gol.

Non va sottovalutato inoltre il problema di un trasferimento dal Napoli alla Juventus per un Napoletano doc come Quagliarella, che meno di dodici mesi fa giurava amore eterno alla squadra del presidente De Laurentis (che, dal canto suo, pare non abbia fatto nulla per trattenerlo!): riuscirà a scrollarsi di dosso l'inevitabile mix di sensazioni che già domani pomeriggio lo accompagneranno, quando scenderà in campo con la maglia bianconera?

Siamo fortunati: non ci resta che aspettare poche ore per vedere come se la caverà. La coppia d'attacco della Juve è già decisa dall'infermeria: Del Piero-Quagliarella, non il massimo dell'assortimento, ma Del Neri non ha nessun altro. A proposito, salutiamo "Roi" David Trezeguet che, a quanto pare, in queste ore sta definendo il suo passaggio nella Liga spagnola.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

diego non se ne doveva adnare e' stata una pazzia farlo andare via per quagliarella. l'affare l'hanno fatto i tedeschi come al solito!!!! Ci manchi mitico panda!!!!

Marco ha detto...

Senè andato un giocatore discreto ed è arrivato un giocatore che definirlo scarso è un complimenti...soliti acquisti da juve...il milan compra Ibra e noi Quagliarella questo è dire tutto !squadra da quarto posto...

Anonimo ha detto...

ottimisti tutti quelli che pensano che questa squadra possa sfiorare il 4 posto!!siete sicuri di salvarvi??il primo scontro diretto con il bari per la salvezza gia lo avete perso!!!ridicoli!!via marchisio e chiellini sono sopravvalutati!!!deceglie lasciamo stare!!!5 giornate e vedrete che fine fa delneri!!!

Posta un commento