giovedì 28 ottobre 2010

Squalifica Krasic: Tapiro d'oro al serbo




Dopo la simulazione nella partita contro il Bologna è arrivata la squalifica per Milos Krasic, il campione serbo che ha commesso l'ingenuità che gli è valsa la sospensione per due giornate in base alla decisione del giudice sportivo che ha visionato le immagini. Il suo tuffo in area ha fatto il giro delle tv, scatenando reazioni anche molto fuori luogo (vedi Pistocchi).

L'accaduto non ha lasciato indifferente Valerio Staffelli di Striscia la Notizia che ha consegnato al calciatore della Juventus il Tapiro d'Oro, che Krasic ha preso di buon grado (anche se, sotto sotto, deve aver rosicato un po'!) scusandosi per l'accaduto e meravigliandosi per il clamore suscitato dall'episodio.

In effetti, in questi anni, di simulazioni in area di rigore ne abbiamo viste tante: il giudice sportivo, però, ha operato a fasi alterne. Se è giusto che le regole vadano rispettate, ed è giustissimo, allora dovrebbero valere per tutti sempre e non per qualcuno di tanto in tanto.

Inoltre c'è la questione della squalifica che impedirà a Krasic di giocare contro il Milan la prossima partita: i rossoneri saranno ben contenti dell'assenza del calciatore più forte della Juventus in questo momento! D'altronde, guardando e riguardando le immagini, il contatto tra i due calciatori non c'è e dunque il rigore non andava sanzionato (e per fortuna che Iaquinta non ha segnato, altrimenti ci saremmo portati dietro una polemica per anni).


La Juventus ha annunciato il ricorso, ma le possibilità di vincerlo non sono molte. Ci si potrebbe appellare al fatto che Krasic si vede arrivare il difensore in modo irruento e si prepara al colpo che sembra arrivargli, ma il difensore si ritrae all'ultimo istante con un balzo innaturale ed evita il contatto. Un po' poco, per la verità, per convincere il Giudice Sportivo a tornare sui suoi passi.

Nessun commento:

Posta un commento