domenica 7 novembre 2010

Juventus in emergenza-infortuni batte il Cesena 3-1


Emergenza infortuni: alla Juventus sono ormai tristemente abituati a fare i conti con l'infermeria, ma nonostante quanto è accaduto negli anni passati, con record di indisponibili battuti a ripetizione, mai si era arrivati a fare largo uso di calciatori primavera e giocatori fuori rosa. La Juve ha battuto il Cesena con uan formazione largamente rimaneggiata affidandosi all'esperienza di Del Piero (foto) e Iaquinta ed alla qualità di Quagliarella.

Del Neri ha mandato in campo dal primo minuto Grosso, di fatto fuori rosa, e il Campione del Mondo 2006 ha messo in mostra un prestazione discreta, crescendo alla distanza e senza arrivando in un paio di occasioni anche alla conclusione a rete. Buono l'esordio del danese Sørensen al fianco di Bonucci al centro della difesa, anche se forse quello arretrato è apparso il reparto più improvvisato.

In tema di esordi, segnaliamo anche quello dal primo minuto di Sissoko in questa stagione che non lo vede più tra i protagonisti di primo piano. La partenza non è delle migliori: i tanti infortuni hanno un peso anche psicologico su chi gioca e gli automatismi tardano a farsi vedere, specie in difesa. Non è un caso che il Cesena, squadra non di prima fascia ma molto veloce, metta subito in difficoltà la Juventus.
Da qui al vantaggio romagnolo il passo è breve. Sui cambi di gioco la solidità difensiva viene messa dura prova e proprio da un lancio dalla sinistra con immediato controcross dalla destra la Juventus va in palla e
Sørensen si perde Jimenez che batte l'incolpevole Storari. La squadra accusa il colpo e inizia a subentrare il nervosismo: errori di posizione, passaggi sbagliati da due metri e la palla che inizia a "scottare".


Le premesse per una debacle ci sono tutte, ma salgono in cattedra Del Piero, Aquilani e Quagliarella che prendono la squadra per mano e guidano l'attacco bianconero. La Juve spinge e trova un importante rigore con Bonucci, trattenuto ingenuamente in area da Pellegrino: Del Piero va sul pallone e segna il suo 180esimo gol in A con la maglia della Juventus, a meno 4 da Batistuta nella classifica del grandi cannonieri di tutti i tempi.


La squadra prende coraggio e continua ad attaccare, ma con più ordine. Le cose si semplificano quando Pellegrino stende Pepe lanciato in velocità ed esce per doppio giallo: con l'uomo in più, il gioco è chiaramente agevolato, anche perché Ficcadenti non opta per il catenaccio ad oltranza ma cerca di fare la partita. Da un bel cross di Marchisio Quagliarella gira a rete di testa in tuffo, battendo Antonioli per il 2-1.


La gara finisce lì. Forse la Juventus avrebbe dovuto chiudere la partita prima, ma la sfortuna ha voluto che si facesse male anche Felipe Melo appena entrato e che Iaquinta e Quagliarella peccassero di egoismo in alcune azioni-gol. Sarà proprio Iaquinta a segnare sul finale il gran gol del 3-1 con un bel tiro al volo su cross di Salihamidzic, subentrato a Melo.


Una vittoria importante, che porta la Juventus al quarto posto. Incoraggianti i segnali relativi al carattere e della tenuta atletica, molto positivo anche lo spirito di gruppo mostrato dalle cosiddette seconde linee (Grosso e Salihamidzic, ma pure Sørensen. Bisogna migliorare ancora nella precisione dei passaggi e nella circolazione di palla quando si è pressati (soprattutto Bonucci, troppo sicuro dei propri mezzi). 

1 commento:

Benedetta ha detto...

Buongiorno,

il mio nome è Benedetta e faccio parte dello staff del sito di Smilla ( http://smillamagazine.com/sport/ ), un aggregatore che offre una rassegna stampa quotidiana degli articoli pubblicati su siti di informazione e blog inerenti il mondo dello sport.

Mi permetto di contattarti dopo aver scoperto il tuo blog , che contiene articoli che rispondono perfettamente ai nostri criteri di pubblicazione e che quindi potrebbero essere inseriti nel nostro sito.

Il funzionamento di Smilla è molto semplice: una volta che un blog si iscrive sul nostro sito estrapoliamo per ogni articolo pubblicato un brevissimo snippet o breve riassunto che dir si voglia, del testo, pubblicando così una notizia incompleta che può essere letta nella sua versione integrale, seguendo il link apposto alla fine.

Ti ricordo che gli aggregatori di notizie  sono un prezioso strumento per accrescere la popolarità di ciascun blog citato poichè includono sempre un link diretto al post originale generando visibilità, popolarità e traffico. Ogni articolo aggregato su Smilla appartiene al legittimo autore e ne viene comunque indicato il link per risalire al post originale. In nessun caso SMILLA pretende di rubare contenuti altrui, ma spera di offrire un servizio d'informazione organizzata e sistematica per velocizzare la diffusione e la propagazione dei contenuti stessi. 

Sperando che il progetto di Smilla possa interessarti, rimango a disposizione per qualsiasi dubbio o richiesta di informazione.

Per l'iscrizione su Smilla è sufficiente compilare il modulo raggiungibile all'url: http://smillamagazine.com/sport/aggiungi_sito.aspx

Cordialmente

Benedetta S.

P.S: scusa per aver utilizzato il form dei commenti ma non ho trovato una sezione contatti

Posta un commento