martedì 8 febbraio 2011

IL MERCOLEDI DEI NAZIONALI: L’ITAL-JUVE SCENDE IN CAMPO


Sono ripresi oggi pomeriggio gli allenamenti che porteranno i bianconeri alla sfida di domenica sera contro l’Inter. In realtà, è già iniziata questa partita: il clima è incandescente e mister Delneri fa già pretattica, lasciando trapelare sin da oggi alcune indiscrezioni sulla probabile formazione. E siamo solo a martedì. Ci attendiamo una crescita esponenziale dell’evento da qui fino a domenica pomeriggio. E’ giusto che sia così.

Intanto per chi ha dubbi di vario tipo sulle condizioni dei nostri ragazzi, domani sera può assistere a Germania-Italia, che si disputerà a Dortmund. Non tanto per l’importanza della partita in sé, visto che si tratta comunque di un’amichevole di lusso. Ma soprattutto per la presenza di 5 juventini convocati da mister Prandelli. Come di consueto, la Juventus si rivela serbatoio più prolifico per la Nazionale Azzurra. E anche stavolta colleziona importanti caps: Buffon, Bonucci, Chiellini, Aquilani e Matri saranno chiamati a difendere il tricolore in quel di Dortmund, lo stadio del Borussia. Già, Dortmund; la città tedesca rievoca ricordi felici. Proprio in quell’impianto, il 4 luglio 2006 2 juventini fecero gioire tutta l’Italia: Grosso e Del Piero regolarono la Germania in semifinale 2-0 dopo tempi supplementari.

Ma quella di domani sera è un’altra storia. Un’amichevole sperimentale con mister Prandelli che le prova tutte in vista di Euro 2012. Il blocco-Juventus è imprescindibile.

Gigi Buffon come al solito, il miglior portiere del mondo tra i pali della Nazionale azzurra. Tanti anni di militanza, diversi Mondiali ed Europei alle spalle, e il carisma giusto di chi sa guidare la squadra anche in mezzo al campo. Campione del Mondo 2006, costituisce secondo me dopo Zoff, il miglior portiere della storia Azzurra.

Poi troviamo il baluardo Giorgio Chiellini (in foto). Si sta affermando con la grinta e la tenacia che lo contraddistinguono. Ha la stoffa da leader, e una duttilità in campo da far invidia ai migliori difensori del mondo. Ha iniziato a sinistra qualche anno fa. Poi durante Euro 2008 venne spostato al centro vicino a Panucci, e negli anni successivi in bianconero in coppia centrale con Legrottaglie. Ora è diventato il leader carismatico, e a volte anche bomber improvvisato della squadra. Ed è tornato a sinistra per necessità. Speriamo possa ripetersi sugli stessi ritmi anche in azzurro.

Per Leonardo Bonucci non nutro tanta stima. Ripeto trattasi di un giocatore sopravvalutato. Ancora troppo inesperto per certi palcoscenici, e non adeguato per il ruolo di centrale. Molto meglio a destra, dove secondo me farebbe meno danni. In Nazionale può trovare spazio vicino al suo compagno di Juve Chiellini: gli serve un partner esperto che lo affianca, assolutamente.

Dopo l’esperienza al Liverpool, pur giocando poche partite, Alberto Aquilani si sta ponendo alla ribalta come uno dei centrocampisti moderni più affidabili; quelli che uniscono la qualità alla quantità. Tecnicamente molto valido (giovanissimo tra l’altro), Aquilani è quel classico giocatore che messo li in mezzo sa dare un’identità precisa al gioco della propria squadra. L’importante è che vicino a lui ci sia qualcuno che “fa legna”: in questo modo il centrocampo è davvero di primissima fascia. In Nazionale si spera possa trovare spazio, anche perché in quel ruolo gia ci sono Pirlo, Ledesma e Thiago Motta: bella concorrenza!


Convocazione a sorpresa per Alessandro Matri. E’ lui l’oggetto misterioso del reparto offensivo azzurro. Un ottimo banco di prova quello di domani sera, e in proiezione l’eventualità di arrivare a Euro 2012 magari da protagonista. Vicino a lui una concorrenza agguerrita, con Cassano, Balotelli e Rossi che rappresentano il futuro azzurro. Noi juventini ci auguriamo possa far parte della spedizione all’Europeo in Polonia/Ucraina.

Se volete quindi valutare la forma dei nostri ragazzi in vista di Juve-Inter, allora buttate un’occhio su Germania-Italia. Un pezzo di Juve scende in campo gia domani sera.

Nessun commento:

Posta un commento