lunedì 21 febbraio 2011

JUVENTUS : BRUSCO RISVEGLIO


Dopo il successo contro "gli indossatori di scudetti altrui" alcuni dei tifosi e "addetti ai lavori" più ottimisti si sono lanciati in voli pindarici sulle reali possibilità dei bianconeri.
Un bomber che finalmente "vede la porta" e una prestazione di spessore contro la seconda squadra di Milano ,hanno fatto pensare che la Juventus fosse uscita definitivamente dalla crisi in cui la era caduta dall'inizio del 2011, molti erano quelli che davano ormai per certa la qualificazione in champions e alcuni sognatori pensavano anche di poter raggiungere posizioni più nobili, evitando così i preliminari.
Brusco è stato il risveglio per i tifosi bianconeri che hanno assistito allo scempio andato in onda allo stadio Via Del Mare di Lecce, dove un'ibarazzante gruppo di giocatori che indossavano maglie simili a quelle che un tempo furono indossate da Platini,Zidane e Nedved, si è fatta letteralmente umiliare da una squadra che lotta per non retrocedere.
Entrati in campo con sufficienza, molli e privi di grinta, i giocatori della Juventus hanno dato modo ai leccesi (soprattutto Mesbah,Di Michele,Grossmuller) di fare la parte dei fenomeni.
Dopo un lunedì di entusiasmo immotivato ecco quindi un nuovo lunedì di delusione in cui in molti si lanciano nel toto-allenatore e in critiche ai giocatori.
Si fanno così i nomi di Conte e Spalleti per sostituire Del Neri e si fantastica su una nuova rivoluzione per quanto riguarda la rosa.
Improbabile, specie dopo le parole di Agnelli di solo un mese fa, un cambio di allenatore che ,salvo situazioni eccezionali, terminirà regolarente la stagione.
Per quanto riguarda la rosa, l'ennesimarivoluzione non servirebbe assolutamente a niente, bisogna salvare il poco di salvabile e inserire 3 Campioni e qualche giovane interessante, anche perchè ci sono bilanci da rispettare e i soldi non abbondano sicuramente.
Ora l'unica cosa da fare e tirare fuori gli attributi e combattere fino alla fine per un traguardo che sembra sempre più lontano.
Le scuse sono finite, gli alibi sono finiti, la pazienza è finita : onorate la maglia, onorate I TIFOSI.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Parole sacrosante!

Posta un commento