mercoledì 2 febbraio 2011

PALERMO-JUVE: LA FORMAZIONE PER BATTERE I ROSANERO


Neanche il tempo di assimilare il disastro contro l’Udinese, che si torna subito in campo. A volte tornare a giocare dopo pochissimi giorni fa dimenticare le cose che non vanno, quelle che provocano malessere. Ebbene, se ancora la Juve non ha digerito l’umiliazione contro i friulani, di riflesso il Palermo che ospita i bianconeri stasera non ha per niente digerito la rimonta subita dall’Inter domenica pomeriggio. Non è un momento facile per le due squadre che si daranno battaglia allo stadio “Renzo Barbera” con inizio alle ore 20:45. Entrambe si trovano in uno status comune: guardando la classifica, Palermo e Juve sono fuori da tutte le competizioni europee, e cercano il guizzo giusto per trovare l’aggancio al 4° posto che significa Champions League.

Delneri è costretto alla conta degli infortunati, situazione che oramai si protrae da settembre o giù di li. Acrobazie per mettere in campo una formazione in grado di conquistare 3 punti di vitale importanza. Quindi out Bonucci per squalifica, che va ad aggiungersi agli infortunati storici Traorè, Quagliarella, Iaquinta, Motta, Rinaudo, Toni e De Ceglie. Non mancano però, elementi a disposizione degni di una squadra blasonata come la Juventus: quindi Buffon a difendere i pali. Difesa composta dai terzini Grygera e Grosso, coppia centrale formata finalmente dal neo acquisto Barzagli (nella foto) e Chiellini. Centrocampo: fasce esterne presidiate da Krasic e Marchisio, e settore centrale con Felipe Melo. Le chiavi del gioco bianconero saranno affidate al solito Aquilani. Attacco col debuttante Matri, affiancato da capitan Del Piero.

Situazione simile quella dei siciliani. Qualche indisponibilità come Hernandez, Pinilla e Goian fuori per infortunio. Munoz e Carrozzieri non saranno della partita causa squalifica. A rendere il clima difficile in casa Palermo anche le dichiarazioni di Zamparini, che “pizzica” il tecnico Rossi, reo di schierare una difesa ridicola e scandalosa. C’è gelo tra il tecnico e il patron: le schermaglie si riducono a queste dichiarazioni a distanza, che non fanno altro che rendere l’aria molto pesante. Prima di queste partite importanti ci dovrebbe essere serenità nell’ambiente. In ogni caso sarà un Palermo battagliero quello di stasera. Sirigu in porta con Cassani, Andelkovic, Bovo e Balzaretti (da destra a sinistra) a formare la linea difensiva. A Migliaccio, Bacinovic e Nocerino, il compito di comporre la cerniera di centrocampo. Quindi Ilicic e Pastore metteranno tutto il loro estro per sostenere l’unica punta, che sarà Miccoli (peraltro un ex).

Una Juventus ridimensionata quindi, dopo la sessione di calciomercato appena conclusa. Si sperava in qualche colpaccio di prima fascia, a giudicare dalle voci delle scorse settimane, ma evidentemente queste sono le possibilità della società bianconera. Certo, Matri e Barzagli non sono fenomeni rispetto a Luis Fabiano e a qualche altro nome accostato alla società torinese, però noi tifosi siamo fiduciosi. O almeno io lo sono.

E sono d’accordo anche con il nostro tecnico Delneri: in fondo nel calcio tutto è possibile, e il 4° posto in fondo non è una chimera. D’altronde sono solo 3 i punti che ci separano dall’Europa che conta. E stasera c’è un’occasione da sfruttare, quindi diamoci dentro!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Li batteremo? Mah...o Matri fa il fenomeno oppure il palermo che viene da una sconfitta bruciante ci distrugge... Comunque forza Juve eh!!!

Anonimo ha detto...

ci vuole ben altro ,rigore o non rigore ,per battere il Palermo ,che la juventus attuale, con i vari Felipe Melo e quel tuffatore di krasic.Alessandro Matri non è Pazzini e la juve non è l'Inter.

Posta un commento