lunedì 28 febbraio 2011

LE NOSTRE AVVERSARIE: MILAN DA SCUDETTO. L'INTER INSEGUE. LAZIO KO. UDINESE SUPER.



Va in archivio anche il turno n°27 della Serie A. Alcune squadre partite forte a inizio stagione, ritornano sulla terra. Le formazioni più attrezzate cominciano a fare la voce grossa. Peccato per la Juventus, che dopo la sconfitta casalinga di sabato sera contro il Bologna per 2-0, vede allontanarsi la zona Champions League. Vediamo la classifica aggiornata.


Juventus: quali saranno i nuovi acquisti per la prossima stagione?

La Juventus non c'è. Gioca, ma non segna anzi, subisce. Nel calcio non si può sempre subire, bisogna anche vincere. Allora, forse, è arrivato il momento di fare grandi acquisti, come sta pensando di fare la Vecchia Signora con Michel Bastos e con Javier Alejandro Mascherano. 

Bastos nasce in Brasile il 2 agosto 1983. Attualmente può giocare sia sulla fascia sinistra di difesa e di centrocampo, sia come centrocampista centrale. Gioca nel Lione e nella nazionale brasiliana. 

domenica 27 febbraio 2011

LE NOSTRE AVVERSARIE: SFIDA SCUDETTO AL MEAZZA. INTER E LAZIO ALLA FINESTRA. ROMA E UDINESE DA TRIPLA.




Dopo la vergognosa prestazione di ieri sera contro il Bologna (0-2), diamo uno sguardo al resto della giornata di campionato. Si gioca la Giornata n°27 e stiamo per entrare in un momento chiave della stagione. Con l’asterisco i punti della Juventus ke ha giocato ieri sera, e quindi bianconeri con una partita in più rispetto alle altre formazioni.


La Juventus perde ancora: Di Vaio fa due gol e la zona Champions è a 7 punti

La Juventus dice addio alla Champions League? Forse è presto per avere certezze, ma la sconfitta casalinga contro il Bologna, per mano di una doppietta dell'ex Di Vaio, porta la Juve a meno 7 punti dal quarto posto, in attesa delle partite di domani. Una sconfitta sotto molti aspetti simile a quella di Lecce, causata dalla scarsa intensità e dalle poche idee di gioco.

Del Neri è ora sotto accusa, ma a ben guardare il tecnico friulano ha meno demeriti di quanto non possa apparire ad un primo sguardo. Contrariamente a quanto pensavamo, la Juve non ha fatto grandi stravolgimenti in difesa: rispetto alle ultime uscite si è avuto solo il ritorno di Grygera al posto di Sorensen e l'ingresso forzato di Storari per lo squalificato Buffon.

A centrocampo abbiamo rivisto Martinez nel ruolo di laterale sinistro, Marchisio al centro insieme a Melo e Krasic a destra. In avanti la coppia Matri-Iaquinta. Malesani risponde con una squadra schierata secondo il classico 4-5-1, arroccata in difesa e molto ordinata, decisa a non lasciare spazi agli avversari.

sabato 26 febbraio 2011

DELNERI STRAVOLGE LA FORMAZIONE: CHIELLINI AL CENTRO, RIENTRA MARTINEZ.


Poche ore al fischio d'inizio di Juventus-Bologna. Tutto pronto in casa Juventus per l'anticipo della 27° giornata. La parola d'ordine dopo il disastro di Lecce è una sola: riscatto. Lasciarsi alle spalle la partita di domenica scorsa in Puglia, significa ricominciare la scalata per un posto in Europa. La posizione ci condanna e ci estromette da tutte le competizioni europee, ma per fortuna c'è ancora tempo per correggere in corsa determinati errori. Mancano 12 partite ancora, e come sempre mister Delneri ci crede. Crede che una rimonta è ancora possibile. E se lo dice lui, che è a contatto con i suoi ragazzi ogni giorno, bisogna fidarsi; o meglio, avere fiducia.

Continua a leggere per conoscere la formazione titolare....

venerdì 25 febbraio 2011

IL BOLOGNA SBARCA A TORINO. DI VAIO: "SE SEGNO ESULTO".

Settimana in agrodolce per il Bologna di Alberto Malesani. Bellissima vittoria sabato pomeriggio nell’anticipo contro il Palermo 1-0 (gol di Paponi). Quattro giorni dopo, debacle contro la Roma, che espugna il “Dall’Ara” con il gol di De Rossi (0-1). Classifica che, nonostante le difficoltà di inizio stagione, resta molto tranquilla. 32 punti per i rossoblù, a +9 dalla zona retrocessione. Nonostante i 3 punti di penalizzazione di inizio stagione, causa inadempienze finanziarie (mancato versamento IRPEF stipendi), la situazione nel club emiliano pare sotto controllo. La permanenza in Serie A è a portata di mano.


Krasic con Bastos: coppia vincente?

Krasic con Bastos: sarà la nuova coppia vincente bianconera? O è solo una fantasia? Intanto un osservatore della Juventus sta tenendo d'occhio il calciatore, terzino e centrocampista del Lione e della Nazionale brasiliana, perché la Vecchia Signora è sempre più convinta che sarebbe un acquisto più che ottimo, sopratutto un acquisto da affiancare a Krasic.
Il paragone che viene subito alla mente è quello tra Ribery e Robben, il modello di riferimento per tutti quelli che puntano al massimo. Del resto il rendimento di Krasic è diminuito notevolmente, allora è importante trovare un Krasic mancino, e Bastos sembra più conveniente anche di Drenthe. Il brasiliano pare abbia la capacità di coprire l'intera fascia e di essere decisivo in area gol, fatto da non escludere, anzi, da incentivare.

Al termine del campionato sapremo cosa avrà deciso la Juve. 
giovedì 24 febbraio 2011

I cambi di Delneri

In vista della partita con il Bologna Gigi Delneri, a Vinovo, sta già pensando a come organizzare la squadra. Infatti ieri i giocatori hanno provato, da mattina a sera, il 4-4-2, tattica  da inserire in campo sabato sera.

Gli allenamenti si sono svolti in due tempi. La prima Juventus ha visto allenarsi Grygera, Sorensen, Chiellini e Traoré; Pepe, Marchisio, Aquilani e Martinez; Matri e Iaquinta.

La seconda Juventus è stata caratterizzata da Motta, Barzagli, Bonucci e Grosso; Krasic, Melo, Aquilani, Saliha­midzic; Del Piero e Toni. 

Per testare la preparazione dei suoi giocatori, Delneri ha fatto disputare alla Juventus la partita contro gli allievi terminata 1-1. Il test ha reso plausibile la decisione di far giocare Chiellini in posizione centrale e Traoré come terzino con Fabio Grosso.
mercoledì 23 febbraio 2011

LE NOSTRE AVVERSARIE: LA ROMA BATTE IL BOLOGNA NEL RECUPERO E BALZA IN ZONA EUROPA LEAGUE


Appena terminato il recupero della 23° giornata Bologna-Roma. Al "Dall'Ara" (in foto), si recuperava la sfida del 30 gennaio scorso, sospesa al 16' del primo tempo per neve. Risultato non favorevole alla Juventus. Infatti la nuova Roma targata Vincenzo Montella, espugna lo stadio felsineo, imponendosi per 1-0. Vittoria importantissima che porta la firma del centrocampista della nazionale De Rossi, in rete al 45' del primo tempo. Giallorossi che sorpassano i bianconeri e balzano in piena zona Europa League. Ecco come cambia la classifica.

martedì 22 febbraio 2011

UN NUOVO NOME PER LA PANCHINA DELLA JUVE : VILLAS BOAS


In queste ore è iniziata a girare un'indiscrezione interessante.
Andrea Agnelli, valutata la situazione attuale della squadra, qualora Del Neri non raggiungesse il traguardo minimo prefissato ad inizio stagione, starebbe pensando ad un possibile sostituto.
Fin qui niente di nuovo, ma pare che il presidente bianconero abbia in mente un nome nuovo

Juventus: Delneri, Capello o Spalletti?

La Juventus ha confermato, per ora, Gigi Delneri, ma la condizione sine qua non è conquistare il IV posto per entrare in Champions League. In caso contrario Andrea Agnelli ha già pensato a contattare i suoi possibili successori qualora la panchina bianconera dovesse saltare. Emergono due nomi: Fabio Capello, attualmente ct dell'Inghilterra, e Luciano Spalletti, allenatore dello Zenit San Pietroburgo.

Nel frattempo la dirigenza potrebbe chiedere a Pavel Nedved una maggior presenza accanto a Delneri durante la settimana di allenamento della squadra a Vinovo.
lunedì 21 febbraio 2011

LE NOSTRE AVVERSARIE: MILAN ESPUGNA VERONA E RESTA PRIMO. VINCONO NAPOLI, INTER E LAZIO.


A parte il disastro dopo Lecce-Juventus, la domenica è negativa anche per quanto riguarda i risultati delle nostre concorrenti per un posto in zona Champions. Ecco la classifica aggiornata dopo il 26° turno di campionato.



JUVENTUS : BRUSCO RISVEGLIO

Dopo il successo contro "gli indossatori di scudetti altrui" alcuni dei tifosi e "addetti ai lavori" più ottimisti si sono lanciati in voli pindarici sulle reali possibilità dei bianconeri.
Un bomber che finalmente "vede la porta" e una prestazione di spessore contro la seconda squadra di Milano ,hanno fatto pensare che la Juventus fosse uscita definitivamente dalla crisi in cui la era caduta dall'inizio del 2011, molti erano quelli che davano ormai per certa la qualificazione in champions e alcuni sognatori pensavano anche di poter raggiungere posizioni più nobili, evitando così i preliminari.
Brusco è stato il risveglio per i tifosi bianconeri che

Juventus-Delneri: connubio finito?

Se Ranieri si è dimesso dalla Roma, la panchina della Juventus potrebbe essere a rischio. Delneri rischia di essere esonerato dalla squadra bianconera, e si profila già il nome del suo possibile sostituto, Luciano Spalletti.

Marotta e Andrea Agnelli, riuniti nella sede di c.so Galileo Ferraris, stanno decidendo quali argomenti affrontare con i giocatori: è fondamentale, infatti, che la Juve si qualifichi tra le prime quattro per entrare in Champions League.

Qualora ciò non accadesse, è probabile che tutti coloro che devono essere riscattati ritornino nella squadra d'origine, ed è ancora più probabile un "rinnovamento" tra lo spogliatoio bianconero. Il monte-ingaggi, infatti, ha dei costi eccessivi che possono essere coperti solo nel momento in cui  ci si posiziona tra le prime quattro squadre di Serie A.
domenica 20 febbraio 2011

Lecce-Juventus: 2-0 Squadra irriconoscibile, sconfitta meritata

Non è arrivata la vittoria della continuità, bensì la sconfitta che fa fare alla Juventus l'ennesimo passo indietro in questa stagione dai tanti, troppi alti e bassi. Dopo le vittorie con Cagliari e Inter ci si aspettava una prova convincente, fatta di orgoglio e convinzione. Ne è venuta fuori una partita scialba, viziata dall'espulsione di Buffon a 10 minuti dall'inizio.

In 10 la Juventus è parsa paurosa e troppo lenta nei movimenti, con errori sin troppo evidenti della linea difensiva che hanno permesso al Lecce di giocare palla a terra, disegnando trame offensive in autentiche praterie. La Juve nonostante la coppia Matri-Toni (foto) non è riuscita a infrangere la peggior difesa del campionato, ben 46 gol al passivo!

I salentini hanno giocato decisamente bene, partendo subito a mille e puntando tutto sulla velocità e le verticalizzazioni: un gioco dispendioso, ma che ha avuto il vantaggio di mettere paura alla Juve, trovatasi scoperta in più di un'occasione. Certo, un po' di vento, nella parte iniziale della gara, ha mandato nel panico i defensori bianconeri su alcuni interventi, ma per il resto è stato tutto merito di De Canio.

LE NOSTRE AVVERSARIE: MILAN RISCHIA A VERONA. NAPOLI, INTER, LAZIO E UDINESE SUL VELLUTO.


26° Giornata di campionato. Dopo aver visto analizzato Lecce-Juventus, buttiamo un occhio sulle nostre avversarie con cui ci stiamo battendo per un posto in Europa. Attenzione puntata come di consueto verso la classifica. Con l'asterisco le squadre che hanno già giocato.

venerdì 18 febbraio 2011

LECCE-JUVENTUS: CONFERENZA STAMPA DELNERI E FORMAZIONE BIANCONERA

Passata la sbornia di domenica sera dopo l’affermazione importantissima contro i Campioni del Mondo dell’Inter, i bianconeri tornano in campo domani a ora di pranzo. Si gioca all’insolito orario delle 12:30, per effetto della nuova formula degli orari varata dalla Lega a inizio stagione. Cambiano quindi le abitudini dei calciatori, con le lancette fisiologiche che vanno spostate 2 ore indietro circa rispetto alla preparazione di una normale domenica di campionato, che prevede la disputa della gara alle 15. Questa è la principale novità per quanto riguarda Lecce-Juventus. Il precedente alle 12:30 non è incoraggiante: il 6 gennaio il Parma espugnò Torino 4-1. Ma quella era un’altra Juventus.

LECCE-JUVENTUS: LE ULTIMISSIME SUI SALENTINI

Non è andata giù ai tifosi salentini la sconfitta di domenica rimediata a Catania. Non tanto per il punteggio (3-2 il risultato finale), ma per come è maturata. Subire una rimonta in pochi minuti, e soprattutto a ridosso del ’90, non fa mai bene. Mister De Canio lo sa, e proprio la partita di domenica a ora di pranzo contro la Juventus, è quello che ci vuole per dimenticare Catania. L’obiettivo principale resta sempre la salvezza in casa giallorossa, e secondo i calcoli più semplici e ovvi, solo 16 lunghezze separano il Lecce dalla permanenza in A. Al momento, i pugliesi sono in zona salvezza a quota 24, a +2 dal Bologna (22),che riceverà domenica al Dall’Ara il Palermo. E’ quindi importante fare punti contro la Juventus, anche se la partita appare assai proibitiva.

Juventus: Del Piero rinnova?

Stamani Stefano del Piero, fratello e manager di Alex, ha incontrato Beppe Marotta per definire le linee guida che legheranno Del Piero alla Juventus ancora per la prossima stagione.

L'argomento su cui discutere, oltre alla retribuzione economica, sarà sopratutto la parte normativa, quella che lascia poco spazio alle attività collaterali dei calciatori, quelle particolarmente sviluppate intorno all'universo Del Piero. Un fatto è certo: se Alex accetterà, firmerà un contratto di nuova generazione, così come quello che è stato proposto a Motta e che ha rinnovato Chiellini.

Probabilmente questa mattina, quando Marotta e Stefano Del Piero si incontreranno nella sede della Juve in c.so Galileo Ferraris, non verrà siglato alcun contratto, ma almeno verranno focalizzate le linee guida di quella che sarà la nuova stagione calcistica di Alex Del Piero.
giovedì 17 febbraio 2011

La Juventus e i suoi portieri

Quando sei un portiere della Juventus, ma non ti chiami Gigi Buffon, è dura poter parare una palla. Infatti, tranne il periodo dell'infortunio del carrarino, raramente abbiamo visto in campo Marco Storari ed Alex Manninger. Storari cerca una squadra per giugno, e Manninger sta valutando alcune proposte.

Pare proprio che Buffon sia pronto a rimanere tra i bianconeri salvo offerte folli. Ferguson non molla la presa, ma il club bianconero, a fine stagione, è intenzionato a rinnovargli il contratto per un anno. 

Se Buffon rimarrà Storari è pronto ad andarsene, ma Moratta non ha alcuna intenzione di cederlo al di sotto dei 4 milioni di euro. Lui, però, non è intenzionato a fare il secondo un'altra stagione bianconera.

Anche Manninger è pronto a lasciare la Juve. Il terzo posto non gli si addice proprio per nulla. Se sarà così, la Vecchia Signora dovrà correre subito ai ripari. In realtà ci ha già pensato puntando gli occhi su Federico Marchetti, attulmente portiere del Cagliari.
mercoledì 16 febbraio 2011

IO STO CON DELNERI. LA RICETTA VINCENTE DEL TECNICO BIANCONERO

Di solito tra il martedi e il mercoledi eravamo abituati a fare altro. La Vecchia Signora scendeva in campo nelle coppe europee, e la gara della domenica andava automaticamente in archivio appena partiva la famosissima musichetta della Champions League. In mancanza d'altro, l'opinione pubblica juventina, in queste ore torna ripetutamente (e non potrebbe farne a meno) su Juventus-Inter. Tanti gli elogi come al solito, e addirittura si sente parlare di Scudetto; ma questo è tutto nella norma. I ciarlatani sono sempre dietro l'angolo, e come sparlano dopo le sconfitte, allo stesso modo fanno anche dopo le vittorie. A me piacerebbe però, aldilà delle chiacchiere da bar, analizzare con criterio questo momento che sta vivendo la Juventus.

Juventus-Milan: prevendita il 24 ed il 25 febbraio

Sabato 5 marzo 2011, alle ore 20.45, a Torino si disputerà quello che può essere chiamato il secondo derby d'Italia. In campo scenderanno, infatti, Juventus e Milan.

Essendo una disputa importante è molto probabile che si assista al tutto esaurito, così la Juve ha deciso di venire incontro ai propri tifosi. 

Tutti coloro che hanno la Premium Member, purché in possesso della Tessera del Tifoso, avranno diritto alla prevendita, che avrà luogo giovedì 24 e venerdì 25 febbario. La suddetta darà anche diritto all'acquisto di due biglietti,con il vincolo che il secondo biglietto possa andare solamente a chi è in possesso, obbligatoriamente, della Tessera del Tifoso. L'acquisto dei biglietti avverrà tramite call-center.

Chi vincerà lo scontro? A Sabato 5 marzo 2011.
martedì 15 febbraio 2011

Matri, Matri e ancora Matri

Il nuovo acquisto della Juventus, Alesandro Matri, ha centrato il mirino, e domenica ha messo a segno il gol della vittoria. Quando ami giocare con la maglia bianconera sempre sognata, nessuno ti può fermare, neppure l'Inter.

Oltre ad essere bello, è anche bravo, e da quando ha indossato la maglia bianconera ha dimostrato ciò che sa fare. Finalmente, quando si parla di Juve, non si parla più solo di Krasic, di Buffon, di Del Piero, ma anche di Alessandro Matri. 

Buffon è e sarà sempre il miglior portiere del mondo, Del Piero è veterano bianconero, ma Matri ha dato alla Vecchia Signora una ventata di aria fresca. E ora non resta che sperare di potersi qualificare almeno per la Champions League.

Un sogno? No, una speranza. Se la Juve va avanti così si potrebbe qualificare per la Champions, affronatre le migliori squadre europee e magari vincere la coppa. Certo, questo è un sogno, ma perché smettere di sognare?

Grazie Matri, grazie di indossare la maglia bianconera.


lunedì 14 febbraio 2011

JUVENTUS-INTER IL GIORNO DOPO: LA VITTORIA DELLA SQUADRA “OPERAIA”

Dopo avervi accompagnato per una settimana con la mia rubrica “Verso Juventus-Inter”, è giunto il momento di fare i dovuti bilanci. Ora la classifica ci sorride: siamo ritornati in zona Europa League, scavalcando Roma e Palermo in un solo colpo. Ma soprattutto, ci siamo avvicinati alla zona Champions League, che ora è distante solo 3 punti. E guarda caso il 4° posto è occupato proprio dall’Inter. Già, proprio i nerazzurri che ieri sera sono usciti dall’Olimpico di Torino con un pugno di mosche; una sconfitta cocente, che secondo me, estromette la formazione di Leonardo dalla lotta Scudetto. E’ ancora molto presto per dirlo, ma per quanto mi riguarda il Tricolore è solo una questione tra Milan (52) e Napoli (49), con la Lazio (45) nel ruolo di possibile outsider. L’Inter (44) può reinserirsi soltanto in caso di vittoria nel recupero contro la Fiorentina. E poi ci siamo noi. Vediamo la nuova classifica aggiornata.

INFORTUNIO MATRI : RESPIRO DI SOLLIEVO


La Juventus e i suoi tifosi possono tirare un respiro di solievo : niente di grave per Matri.
L'attaccante di Sant'Angelo Lodigiano, decisivo nella gara di ieri contro l'Inter, ha concluso la partita accusando forti dolori al costato che lo hanno costretto a richiedere più volte l'aiuto dei medici a bordo campo e ad indossare, per gli ultimi 20 minuti abbondanti della sfida dell'Olimpico, una protezione simile ad una "panciera".

Si era temuto il peggio quando, parlando alle telecamere di Controcampo,Paolo Di Canio

Juventus-Inter: fair play finanziario

Il problema che vorrei affronatre è costituito dai costi che devono sostenere la Juventus, da una parte, l'Inter, dall'altra.

Entrambe le squadre, per svariati motivi, affrontano spese estremamente salate date sopratutto dai nuovi acquisti che vengono pagati "profumatamente" così, se i bianconeri, per quanto concerne il prossimo bilancio, dovranno ricorrere ad un aumento di capitale, i neroazzuri non potranno ignorare i prossimi due anni nei quali la UEFA analizzerà i conti per decidere l'assegnazione delle licenze per la Champions League. Il rischio che potrebbe correre Moratti sarebbe quello di non potersi classificare in Champions nonostante l'Inter riuscisse a classificarsi tra le prime tre squadre vincitrici di Serie A.

Juventus: Matri gol e l'Inter è battuta

Vittoria epica: non c'è un altro termine, la Juventus ha battuto l'Inter con il cuore, la grinta e il gioco, dimostrando di potersela giocare contro chiunque quando non ha gli uomini contati. E poi finalmente la Juve ha trovato dei terminali offensivi che danno diverse opportunità di attacco, unitamente a una maggior compattezza difensiva.

La fortuna ha avuto il suo ruolo, diciamocelo, ma sarebbe davvero ingeneroso attribuire solo alla buona sorte la vittoria della Juventus. Il migliore in campo, a parte una ingenuità frutto del suo essere ancora minorenne, è stato Frederik Sorensen. Alzi la mano chi non ha pensato con raccapriccio alla sfida contro Eto'o quando ha letto le formazioni: e invece il danese ha dimostrato grande applicazione, concedendo al campione camerunense solo un'occasione nel finale.

La gara ha visto partire bene la Juve, che ha schierato un modulo simile a quello visto a Cagliari, quasi un 4-3-3 con Krasic decisamente più avanzato a destra rispetto a Marchisio sull'altro versante. In avanti la coppia Matri-Toni ha assicurato completezza in tutte le situazioni di gioco offensivo: mentre Matri è stato più mobile, al fine di mettere in difficoltà sulla velocità Ranocchia, Toni ha fatto salire la squadra ed ha aiutato molto in fase di copertura..

domenica 13 febbraio 2011

VERSO JUVENTUS-INTER (7): PROBABILI FORMAZIONI.

Ci siamo. E’ arrivato il grande giorno. La mia rubrica arriva all’appuntamento numero 7, e consegna ai tifosi juventini la partitissima di questa sera. L’attesa snervante accumulata durante la settimana sta per sciogliersi definitivamente. Delneri e Leonardo confidano nei propri uomini-chiave, quelli più in forma di tutti. E quindi spazio ai duelli che animeranno il Derby d’Italia. Sulla fascia sinistra, confronto Chiellini-Maicon, un duello tutto fisico. A destra, Krasic contro capitan Zanetti: l’esperienza dell’interista contro la freschezza del biondo serbo. Poi in avanti i due bomber: Matri contro Pazzini. Chi dei due deciderà il big match Juventus-Inter?

Ma quanto conta davvero questa partita? Per renderci conto di quanto è importante, guardiamo la classifica. Con l’asterisco le squadre che hanno già giocato la 25° giornata.

Juventus-Olimpico: possibili ritardi?

Quello che sto per presentarvi è il nuovo stadio Olimpico della Juventus, che dovrebbe essere inaugurato il 29 agosto 2011, ma si parla già di probabili ritardi. Per far fronte al suddetto problema, la squadra di Delneri ha inserito una clausola nel contratto sottoscritto con la quale si dice pronta a non giocare le prime tre partite di campionato nell'impianto della Continassa.

Non è una novità che nel nostro Paese, la nostra amata Italia che tutti decantano, le consegne vengano quasi sempre fatte in ritardo. Del resto, i pennoni  per le bandiere avrebbero dovuto essere issati tra luglio ed agosto,  ed invece si innalzano sul cielo di Torino solo dai primi di ottobre. Come mai? L'addetto ai lavori spiega che sono state necessarie modifiche nella copertura, quindi è stato necessario rifare i calcoli e sono aumentati i costi. Solamente nel Cda dell'11 novembre si è deciso su chi dovesse affrontare le spese.

In tutto questo, gli abbonati cosa faranno? Chi ha già pagato per un posto vip o per il palco dovrà accontentarsi dei seggiolini?



sabato 12 febbraio 2011

VERSO JUVENTUS-INTER (6): VIA LE POLEMICHE, SI INIZIA A GIOCARE SUL SERIO.

Vigilia di Juventus-Inter. Ambiente in fibrillazione per il Derby d’Italia di domani sera. Fermento nelle due tifoserie per questa sfida che mette di fronte la Vecchia Signora di Torino, contro i Campioni d’Italia, d’Europa e del Mondo in carica. Scintille alla vigilia con le solite polemiche che guarda caso spuntano proprio in occasione di questa gara. Ovvero le frizioni sul caso-Calciopoli, che oramai hanno stancato. Basta. Non se ne può più: ogni volta che si gioca Juve-Inter l’opinione pubblica ritorna sui fatti del 2006. I colpevoli hanno pagato? Le penalizzazioni sono state scontate? Bene, allora adesso basta. Stiamo ancora dietro a Calciopoli e non ci accorgiamo che gli stadi si svuotano e la nostra Nazionale al Mondiale è uscita al 1° turno eliminatorio. Riflettiamo allora. E concentriamoci sul calcio giocato, perché ora come ora, quello è l’unico spettacolo che deve interessarci: Inghilterra docet.

Torniamo quindi al calcio che conta. Quello che si gioca in uno stadio vero, e non nelle aule dei tribunali e ai microfoni degli opinionisti. Parola a mister Delneri, che ha appena concluso la consueta conferenza stampa della vigilia. Ai microfoni dei giornalisti ha risposto a tutte le domande, a partire dalle questioni generali fino ad arrivare a quelle tattiche più specifiche. In sostanza, il tecnico di Aquileia è fermamente convinto di portare a casa i 3 punti. Primo perché giocheremo davanti al nostro pubblico, e secondo perché la squadra ha trovato il giusto assetto e recuperato i giocatori fondamentali. Decisivo l’equilibrio in zona difensiva con Chiellini a sinistra, e attacco in ottima forma con Matri che si è dimostrato una piacevolissima sorpresa. La squadra è motivatissima, e vincere significherebbe fare un balzo decisivo verso le posizioni che contano davvero. Vedremo una Juve al massimo.

Per avere un quadro più esaustivo, come di consueto ecco le ultimissime.

Juventus, parla Marotta

Il direttore generale della Juventus, Beppe Marotta, tira le fila di questa prima parte di campionato di Serie A. Il punto di partenza è la costruzione del nuovo stadio, pronto per la prossima stagione 2011-2012. Marotta si dice fiducioso sulla nuova "casa" dei bianconeri, che porterà ricavi impensabili. Si parla, addirittura, di decine di milioni di euro, di cui un'ampia fetta verrà utilizzata per investire sui giocatori.

Il secondo obiettivo è quwllo di riuscire a rinnovare il contratto ad Alex Del Piero che, più di tutti gli altri, meriterebbe di giocare nel nuovo stadio.

Il terzo punto è stato l'arrivo di Matri, che ha portato una "ventata di aria fresca" tra i giocatori della Vecchia Signora.

venerdì 11 febbraio 2011

VERSO JUVENTUS-INTER (5): I BIANCONERI ALL'ASSALTO DEI CAMPIONI DEL MONDO.

Poco più di 48 ore. E' questo il tempo rimanente che ci separa dalla sfida di campionato più attesa della 25° giornata. Sul terreno dello stadio Olimpico di Torino domenica sera, si daranno battaglia Juventus e Inter. Una partita che vale più di un campionato, e che vede bianconeri e nerazzurri contendersi il prestigioso Derby d'Italia n°216. Alle spalle delle due società, si sono già sgonfiati gli entusiasmi dopo le vittorie contro Cagliari (3-1) e Roma (5-3). Inizia oggi il fine settimana che ci porterà alla partitissima di domenica sera.

La partita è già iniziata. E la tensione in casa Juventus si taglia a fette. Tutto l'ambiente è consapevole dell'importanza di questo match, che rappresenta un bivio importantissimo. Non oso immaginare quante altre polemiche potrebbero scoppiare in caso di risultato negativo. Quindi la parola d'ordine è: pensare positivo. I nostri beniamini ci credono: Matri e bomber Toni scalpitano e lanciano appelli che infiammano i tifosi. Il nuovo arrivato crede fermamente di poter bissare la doppietta di Cagliari, e inoltre mercoledi è stato messo a "riposo forzato" da ct Prandelli. E' quindi in forma ideale per giocare l'intera partita ad alta intensità. Per quanto riguarda l'ariete di Pavullo (nella foto), ottimismo anche da parte sua. Vincere significherebbe accorciare le distanze con la zona Champions, e giocarsi il 2° posto in proiezione futura. Importante non sprecare l'occasione che si presenta in questo momento topico della stagione.

Provo ad abbozzare un quadro generale per quanto riguarda i possibili schieramenti di domenica sera.

Aquilani-Quattrociocche: "Nostra figlia si chiamerà Aurora"

La figlia di Alberto Aquilani si chiamerà Aurora. Lo ha dichiarato oggi Michela Quattrociocche, la compagna del centrocampista della Juventus.

Le prime indiscerzioni affermano che, nonostante la coppia abiti a Torino, la figlia nascerà a Roma, città natale della Quattrociocche.

E il matrimonio? Per ora può attendere, perchè in questo momento la priorità assoluta è la loro Aurora.
giovedì 10 febbraio 2011

VERSO JUVENTUS-INTER (4): POSITIVE LE PRESTAZIONI DEGLI JUVENTINI IN NAZIONALE

Sale l'attesa. Crescono le pre-tattiche. Il mercoledi di amichevoli internazionali ci restituisce i pezzi migliori, ed ora sotto con la preparazione in vista di Juventus-Inter di domenica sera. Le due squadre, reintegrate con i nazionali tornati da queste amichevoli tanto importanti, quanto estremamente d'intralcio, si concentrano adesso sulla partitissima di domenica. In palio c'è tanto. Vincere significherebbe rilanciarsi nelle prime posizioni, perchè non dimentichiamoci che si gioca Roma-Napoli sabato, un altro scontro diretto. In caso le due squadre si annullassero, allora conquistare la vittoria domenica sera vorrebbe dire ritornare al vertice.

In ogni caso, indicazioni positive ce le ha fornite Germania-Italia, che ha visto scendere in campo i nostri calciatori. Bella le prove di Chiellini che ha saputo tenere testa al furetto Muller. Ottima la prestazione di Gigi Buffon tra i pali: incolpevole sul gol e protagonista di un intervento prodigioso nel finale. Bonucci a differenza della mia scarsa considerazione, ha sofferto poco la fisicità di Klose; vicino a lui un Ranocchia di livello internazionale, lo ha aiutato nei movimenti e nella gestione del pacchetto difensivo. Aquilani nel secondo tempo ci ha provato con un tiro da fuori, ma ha avuto troppo poco tempo per entrare nel gioco; in difficoltà con la prestanza fisica di Khedira e Ozil. Per quanto riguarda bomber Matri, serata di "riposo". Prandelli ha ritenuto non necessario farlo scendere in campo. Peccato,volevamo vedere come si comportava il bravo Alessandro in pasto a Mertesacker e Lahm. D'altra parte meglio cosi, ha risparmiato energie (e speriamo gol importanti) per domenica sera.

Come procede quindi la preparazione dei bianconeri in queste ore? Vediamo il dettaglio di seguito

El Flaco sogna la Juventus


Il gioiello argentino del Palermo sogna la Juventus. Javier Matias Pastore, detto El Flaco, 22 anni il prossimo 20 giugno, è considerato un talento non solo del presente, ma sopratutto del futuro.

El Flaco ha già disputato un mondiale, quello sudafricano, e probabilmente disputerà anche Brasile 2014, Russia 2018, Quatar 2022. 

Pastore ha firmato il contratto con il Palermo fino al 2015, ma il suo sogno è giocare con la maglia bianconera. Oltretutto la sua famiglia è originaria di Volvera e a Còrdoba, sua città natale, in molti sono originari del Piemonte. 

Pur avendo molti amici nelle fila dell'Inter, da capitan Zanetti a Cambiasso, domenica tiferà Juventus, la squadra che ha nel cuore. La Juve, del resto, è un pò come il Palermo: è capace a battere qualsiasi squadra sfoderando una grande partita, ma allo stesso tempo riesce a perdere anche due partite di fila.

Juve-Inter: chi sarà il vincitore?
mercoledì 9 febbraio 2011

VERSO JUVENTUS-INTER (3): SQUADRE AL LAVORO A RANGHI RIDOTTI. UN’OCCHIATA AI NAZIONALI

Il mio spazio quotidiano con la consueta rubrica “Verso Juventus-Inter”, è arrivato a metà settimana. Nei rispettivi impianti di casa di Vinovo e Appiano Gentile si lavora a fari spenti per preparare la partitissima di domenica sera. Le due squadre hanno ripreso a lavorare ieri pomeriggio con un unico denominatore comune: ovvero le rose ridotte. Come ben sappiamo, oggi è il mercoledì delle Nazionali, e i migliori giocatori di Juve ed Inter sono impegnati in queste sfide.

Tutta l’attenzione si è spostata quindi sulle amichevoli internazionali, tralasciando solo per un attimo le lotte in testa alla classifica in cui sono coinvolti tutti i team più attrezzati d’Europa. Si sente parlare spesso dell’inutilità di queste partite, che tolgono riposo prezioso ai giocatori più utilizzati, e rappresentano un intralcio non indifferente a quelle squadre che oltre a lottare per obiettivi concreti in Campionato, hanno anche la testa alla Champions League e all’Europa League. Insomma, perché fissare queste amichevoli inutili in questi momenti topici della stagione? Si mettono solo bastoni tra le ruote alle società impegnate su diversi fronti, secondo me. Chissà quanti infortunati usciranno dalle sfide di stasera..staremo a vedere.

In ogni caso, dopo questi incontri, comincerà pian piano a salire la febbre per Juventus-Inter di domenica sera. Vediamo come si stanno preparando le due protagoniste di questa sfida.

PASTORE - JUVE : DICHIARAZIONE D'AMORE?


La Juventus e soprattutto Marotta continuano a pensare al prossimo mercato,cercando quei campioni, promessi dal presidente Andrea Agnelli per il prossimo mercato,che potrebbero permettere alla squadra di fare il salto di qualità tonando ad essere realmete competitiva in Italia ed Europa.
Fra i nomi caldi c'è quello del giovane campione argentino che sta facendo la fortuna del Palermo : Javier Matías Pastore.

Juventus: Del Piero sino alla fine?

Alessandro Del Piero sta per conoscere il suo destino. Juve sì - Juve no? E' il grande quesito che tutti noi ci domandiamo in queste ore.

Marotta dichiara che il giocatore bianconero ha tutti i diritti di giocare nel nuovo stadio di Torino pronto per la prossima stagione, ma con uno stipendio decisamente più basso. Si parla, infatti, di una cifra che va da 1,5 a 2 milioni di euro. 

Alessandro, alla Juve, è una leggenda. Da quando ha indossato la maglia bianconera, il lontano 1993, ha messo in campo cifre degne di nota: ecco perché, nonostante i suoi 36 anni, è giusto che termini la sua carriera con la Vecchia Signora. E noi tifosi ci auguriamo di poter vedere il cannoniere ancora in campo a far roteare la palla solo come lui sa fare perché le leggende, quelle vere, non tramontano mai.
martedì 8 febbraio 2011

IL MERCOLEDI DEI NAZIONALI: L’ITAL-JUVE SCENDE IN CAMPO

Sono ripresi oggi pomeriggio gli allenamenti che porteranno i bianconeri alla sfida di domenica sera contro l’Inter. In realtà, è già iniziata questa partita: il clima è incandescente e mister Delneri fa già pretattica, lasciando trapelare sin da oggi alcune indiscrezioni sulla probabile formazione. E siamo solo a martedì. Ci attendiamo una crescita esponenziale dell’evento da qui fino a domenica pomeriggio. E’ giusto che sia così.

Intanto per chi ha dubbi di vario tipo sulle condizioni dei nostri ragazzi, domani sera può assistere a Germania-Italia, che si disputerà a Dortmund. Non tanto per l’importanza della partita in sé, visto che si tratta comunque di un’amichevole di lusso. Ma soprattutto per la presenza di 5 juventini convocati da mister Prandelli. Come di consueto, la Juventus si rivela serbatoio più prolifico per la Nazionale Azzurra. E anche stavolta colleziona importanti caps: Buffon, Bonucci, Chiellini, Aquilani e Matri saranno chiamati a difendere il tricolore in quel di Dortmund, lo stadio del Borussia. Già, Dortmund; la città tedesca rievoca ricordi felici. Proprio in quell’impianto, il 4 luglio 2006 2 juventini fecero gioire tutta l’Italia: Grosso e Del Piero regolarono la Germania in semifinale 2-0 dopo tempi supplementari.

Ma quella di domani sera è un’altra storia. Un’amichevole sperimentale con mister Prandelli che le prova tutte in vista di Euro 2012. Il blocco-Juventus è imprescindibile.

INCREDIBILE: RUPERT MURDOCH VUOLE LA JUVE!!!


Il direttore di Quotidiano.net,Xavier Jacobelli, lancia un indescrezione che ha del clamoroso: Rupert Murdoch vuole comprare la Juventus!
Queste infatti le sue parole ai microfoni dell’emittente radiofonica “Radio Radio” :

GRYGERA : ADDIO IN VISTA?



Secondo Itasportpress, la Juve e Zdeněk Grygera sono molto vicini a dirsi addio.

VERSO JUVENTUS-INTER (2): DELNERI QUASI AL COMPLETO. LEONARDO CONTA GLI INDISPONIBILI

Tappa di avvicinamento numero 2 alla partitissima di domenica sera. E’ ancora martedi, ma le due formazioni lavorano alacremente per preparare il Derby d’Italia. Alla ripresa degli allenamenti, rose ridotte all’osso causa infortuni varie e indisponibilità causa impegni con le rispettive nazionali. Non dimentichiamoci che Juventus e Inter riforniscono le nazionali più competitive d’Europa e Sud America.

Proviamo a fare qualche conticino intanto. Juventus a 38 punti. Inter a 44. La zona Champions è distante solo 4 punti, ed è occupata momentaneamente dalla Lazio (42). E la Lazio domenica va a Brescia, dove non sarà facile conquistare i 3 punti. La zona Europa League d'altro canto, è solo a -2. E le squadre che occupano i 2 posti disponibili sono adesso Palermo e Udinese a quota 40. Il Palermo riceve la Fiorentina, l'Udinese va a Cesena. Una delle due, sicuramente perderà qualche punto domenica. E allora dovremo essere bravi noi ad approfittarne. Ripeto, quello di domenica sera, è un bivio importante per la Juventus.

Luca Toni: "Sono felice di essere alla Juventus"

Luca Toni si dice al settimo cielo di giocare con la maglia bianconera. Inizialmente Preziosi non voleva venderlo, ma successivamente ha dovuto cedere, e pare che il giocatore acquisti un ruolo sempre più importante nella Vecchia Signora. Lui stesso dimostra un entusiasmo fuori dalle righe per la sua squadra, e la ripresa così anticipata  dal suo infortunio, rispetto alle previsioni dei medici, ne sono un'assoluta testimonianza.

Domenica, contro il Cagliari, ha segnato il suo centesimo gol in Serie A. Certo, segnare con indosso la maglia bianconera, quella tanto attesa e sperata, è un'altra cosa. E lui ci è riuscito. E' arrivato a Torino e conta di rimanerci per un lungo periodo. Ora non è più solo un tifoso bianconero. Ora lui stesso è bianconero.

Nel frattempo la Juve spera nel quarto posto per passare le qualificazioni per la Champions League. Delneri  punta tutto sui due nuovi acquisti, Matri e Toni, e noi tifosi puntiamo sulle capacità della nostra squadra che, quando vuole, sa farci sognare.
lunedì 7 febbraio 2011

VERSO JUVENTUS-INTER (1): INIZIA LA SETTIMANA DEL DERBY D'ITALIA

E' ufficialmente iniziata la settimana che ci porterà alla gara di cartello della 25° giornata del campionato di Serie A. Ovvero l'attesissimo "Derby d'Italia", la partita Juventus-Inter. La Lega ha già diramato gli orari della 25°: la nostra Juventus scenderà in campo domenica sera allo stadio Olimpico con fischio d'inizio alle 20:45. Grande attesa per questa gara fondamentale, che rappresenta un bivio importante sia per i bianconeri che per i nerazzurri. Credo che in base a questo risultato cambieranno gli scenari di ognuna delle due squadre, per quanto riguarda il prosieguo della stagione.

In questa rubrica giornaliera, che vi accompagnerà fino a domenica, vedremo come si stanno preparando le due squadre in occasione di questo confronto molto sentito. In ballo non ci sono solo punti importanti per raggiungere la zona Champions e la zona Scudetto, ma soprattutto una questione di onore e blasone calcistico. Titolo di cui solo una di queste due squadre può insignirsi. E la partita di domenica serve soprattutto a questo. Oltre che ai 3 punti.

Juve: la vittoria può far sperare?

Dopo la vittoria contro il Cagliari, la Juventus può di nuovo tornare a sperare. Domenica sera l'impegno dovrà essere al top poiché i bianconeri affronteranno i neroblu che, questa sera, hanno sconfitto a San Siro la Roma per 5-3.

A Cagliari la Vecchia Signora ha potuto far vedere di quale pasta sia fatta. Matri ha giocato, per la prima volta, contro la sua ex squadra, segnando due reti. Toni, in campo dopo l'infortunio, ha messo a punto il terzo gol, dimostrando, così, che forse non è proprio "così finito" come molti dichiarano. Delneri è fiducioso nella squadra, ma nello stesso tempo sa bene di dover tenere i piedi ben saldi per terra.

Nel frattempo Marotta, il direttore generale della Juventus, si dice pronto a rinnovare il contratto a Del Piero che, con la maglia bianconera, ha già segnato la sua 444esima presenza in Serie A.
domenica 6 febbraio 2011

JUVENTUS IN FORMA DOPO LA VITTORIA DI CAGLIARI: BARZAGLI OK E MATRI IN NAZIONALE

Tutto secondo programma. Tutto come previsto. O semplicemente, tutto come doveva andare. La Juventus sbanca il “Sant’Elia”, fa 3 gol e convince. E come ampiamente anticipato nel mio scorso pezzo, magicamente la crisi è finita. Fateci caso: improvvisamente la squadra bianconera è uscita dalla crisi, improvvisamente ha imposto il suo gioco e improvvisamente ha ripreso il cammino verso le posizioni di classifica che contano. Beh, complimenti a tutti i buonisti che salgono ora sul carro dei vincitori. Complimentissimi. Siete davvero obiettivi.

Doppietta di Matri e gol di Toni: la Juventus passa a Cagliari 3-1

Crisi finita? E' presto per dirlo, ma la Juventus vince a Cagliari 3-1 grazie a una doppietta di Matri e al centesimo gol in Serie A di Luca Toni (prima rete con la Juve). Una partita dai tanti motivi di interesse, che ha visto la squadra di Del Neri partire bene ma soffrire nella parte centrale, per poi riprendersi alla grande nel finale.

La prima notizia la offre proprio Del Neri che abbandona il suo amato 4-4-2 per un inedito 4-3-3: Krasic e Martinez affiancano Alessandro Matri, l'ex di turno accolto da bordate di fischi. Il centrocampo a 3 è costituito da Felipe Melo come vertice arretrato e Aquilani e Marchisio a mettere ordine e a proporsi in avanti a turno.

In difesa altra novità: Chiellini torna dopo 5 anni a fare il terzino sinistro, mentre la coppia centrale, inedita anch'essa, è Barzagli-Bonucci. La Juventus parte bene, ma il giovane Sorensen sulla destra mostra diverse difficoltà a chiudere sul velocissimo Cossu, di gran lunga il più in forma del Cagliari.

sabato 5 febbraio 2011

CAGLIARI-JUVE: MATRI SOGNA LO SGAMBETTO DELL'EX

Finalmente si torna a giocare. Non ce la facevamo più. Queste polemiche ci avevano stancato. Troppe. E tutte fuori luogo. Carta stampata che invece di stare dalla parte del tecnico e della squadra, fa tutto il contrario, e attacca società e calciatori. Senza sconti. Improvvisamente tutti i membri dello staff juventino sono diventati dei brocchi, degli incapaci. E a dirlo sono quelle stesse persone che saliranno sul carro dei vincitori, se la Juventus dovesse riportare da Cagliari un risultato pieno. Statene certi.

CAGLIARI: LE MOSSE ANTI-JUVE DI DONADONI

Euforia dopo la vittoria al “Marassi” contro la Sampdoria. Un’affermazione che proietta il Cagliari in una posizione di classifica molto tranquilla; ora l’obiettivo salvezza è quasi raggiunto. Rossoblu a quota 32 punti, a +12 dalla zona retrocessione, e paradossalmente a -3 dalla Juventus stessa. E’ un periodo molto positivo per i sardi. E guarda caso tutto è coinciso con l’arrivo di mister Donadoni. Nel momento in cui il presidente Cellino ha chiamato al timone del suo Cagliari l’ex ct della Nazionale azzurra, la squadra ha cambiato registro. 21 punti nelle ultime 11 partite, frutto di 7 vittorie e 4 sconfitte. Ottimo bottino per un club partito per salvarsi, e che ora guarda alla salvezza distante solo poche lunghezze (i teorici 40 punti). E chissà che non voglia avvicinarsi a quel traguardo proprio sfruttando l’occasione che il calendario le riserva stasera?

Aquilani - Quattrociocche presto sposi


Alberto Aquilani e Michela Quattrociocche convoleranno a nozze a Giugno 2011. La Quattrociocche, che tutti ricordiamo in Scusa ma ti chiamo amore  e Scusa ma ti voglio sposare, attualmente sta aspettando una bambina dal bel calciatore della Juventus.

Al sesto mese di gravidanza, la Quattrociocche ha deciso di iniziare a fare un pò di shopping per il suo bebé, ed infatti in questi giorni è stata avvistata all'inaugurazione della boutique romana Nanan, dedicata ai più piccoli.